WINE SHOW è alle porte: venite a metterci il naso

WINE SHOW è alle porte: venite a metterci il naso

Vino quotidiano e bere consapevole i temi dell’edizione 2009, e poi la Guida e l’Enoteca di Slow Food, gli autoctoni, i convegni e le presentazioni, l’Arena Dolc’è, il Wine Book Show,
il servizio Wine&Go…

Venite a metterci il naso… è l’invito rivolto a eno-appassionati, operatori, semplici curiosi lanciato in occasione della presentazione del nuovo Salone del Vino, ribattezzato Wine
Show, a sottolineare un’impostazione rinnovata nei contenuti e nella forma. A partire dai tre giorni su cui si concentra la manifestazione, con apertura sabato 24, per un viaggio tra le
tradizioni del vino che si concluderà lunedì 26, lungo un palinsesto ricco di appuntamenti, eventi, profumi e i mille sapori dei vini d’Italia (www.wineshow.it).

“Sarà un Salone tutto da vivere e da gustare” ha commentato Andrea Varnier, direttore generale Lingotto Fiere-gruppo GL events Italia. “Quello che inizia oggi è un percorso
mirato a realizzare un salone a misura di produttori ed eno-appassionati: abbiamo, infatti, avvertito l’esigenza di dare una svolta al progetto confrontandoci con produttori, operatori,
istituzioni – ha proseguito Varnier – e siamo arrivati all’idea di un evento concentrato su tre giorni, aperto al pubblico con un palinsesto di appuntamenti ed eventi per mettere in contatto
diretto l’eno-appassionato con le cantine, preservando comunque il momento di confronto tra operatori e l’anima b2b che una fiera deve offrire al mercato, grazie al Wine Forum”.

Protagoniste di Wine Show saranno le etichette quotidiane proposte dalle cantine del Belpaese che, con l’obiettivo di riconquistare il mercato interno, presenteranno al pubblico i propri vini,
accessibili, immediati e soprattutto economici.

Non c’è quindi occasione più opportuna per l’anteprima della nuova Guida al vino quotidiano 2010 – I migliori vini d’Italia a meno di 10 euro, edita da Slow Food (domenica 25/10,
ore 10.30, Sala Gialla), con la possibilità di degustare le oltre 250 etichette premiate presso l’Enoteca del Vino Quotidiano. Sempre targati Slow Food, quattro Laboratori del Gusto, il
Premio alla carriera assegnato a Franco Biondi Santi – uno dei miti dell’enologia italiana – e il Bistrot nella Piazza dei Sapori.

Davvero denso il programma di Wine Show, che spazia dagli autoctoni… ai vini brasiliani. I primi si concentrano nel IV Forum Nazionale degli Autoctoni – Vitigni e Vini, dove l’Enoteca – in
collaborazione con l’Associazione Go Wine e la Regione Piemonte – attende eno-appassionati e curiosi per assaggi di vini insoliti e pregiati da degustare gratuitamente, un’occasione speciale per
trovarli tutti insieme in un unico contesto. Si deve invece a Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori) la prima degustazione ufficiale di vini brasiliani in una
manifestazione pubblica in Italia, scelti per l’occasione dall’ente governativo brasiliano IBRAVIN (Istituto Brasileiro do Vinho) e dall’ente di promozione WINEFROMBRASIL. Per i “principianti del
bicchiere”, Fisar propone mini-corsi di avvicinamento all’analisi sensoriale del vino e al consumo moderato, con attestato ufficiale di partecipazione e altre importanti degustazioni.

All’interno di Wine Show, spazio anche alle presentazioni di libri e guide, tra cui – a cura della Camera di commercio di Torino – la terza edizione della Guida ai vini doc della provincia di
Torino, ora denominata TORINO DOC (sabato 24 ottobre, ore 15). Presso lo stand, degustazioni delle sette DOC torinesi, con particolare riguardo ai vini rari da vitigni autoctoni e di montagna,
proposte dall’Enoteca Regionale dei vini della Provincia di Torino, in collaborazione con gli assaggiatori ONAV della delegazione torinese. Si intitola invece 100% Bollicine, il viaggio a tutto
pasto in giro per l’Italia con cui Cinzano propone accostamenti tra i suoi spumanti e 100 ricette, a ribadire come le bollicine siano un perfetto marriage d’amour per ogni momento del pasto
(sabato 24 ottobre alle 18.30). E infine, il giornalista Paolo Massobrio racconta i suoi assaggi, intrecciando a vizi e virtù di ogni singolo vino, aneddoti, consigli, curiosità ne
I giorni del Vino, 365 assaggi meditati e raccontati, fresco di stampa per Einaudi (domenica 25/10, ore 17.30).

La Regione Piemonte, oltre a sostenere attivamente il Forum sui Vitigni Autoctoni, partecipa a Wine Show con uno spazio espositivo esteso, dove troveranno posto un wine bar per degustazioni
libere e guidate, un’area convegni, mostre e momenti di intrattenimento. Un ruolo da protagonista sarà svolto dalle 13 Enoteche Regionali, coordinate da IMA Piemonte – Istituto Marketing
Agroalimentare, mentre Onav – Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino – porta al Salone i premiati con l’Oscar della Douja d’Or 2009, presentati al pubblico e agli operatori anche in una
degustazione in lingua inglese, Over the top: the Barolo grape.

In palinsesto anche due importanti momenti di riflessione sulle tendenze del mercato: sabato 24 alle 11 si apre con Il Futuro del vino tra sovrapproduzione-prezzi- mercato; lunedì 26, alle
11, si chiude con il talk-show dal titolo bevo o guido?, sul tema del bere consapevole, con il gastronauta Davide Paolini: per impedire che il vino sia considerato il primo motore dell’alcolismo,
infatti, è necessario difendere e diffondere la cultura del buon bere, e di conseguenza i valori culturali del vino e dei suoi territori, un patrimonio unico del nostro Paese.
Sempre lunedì 26, si parlerà di Futuro del settore turistico-alberghiero tra normative e promozione nell’appuntamento curato dall’Associazione Arte in Tavola, che riunisce i maestri
della ristorazione e dell’ospitalità italiana.

Gli stessi professionisti dell’Arte in Tavola, inoltre, saranno i mattatori nell’Arena Dolc’è, realizzata in collaborazione con le sezioni Ascom-Epat. Qui andrà in scena il Food
Show, con lezioni speciali dedicate a intaglio frutta e verdura, cioccolato e dessert, pasta e pizza, mentre domenica 25 sarà la volta dello spettacolo-concorso Shaker & Lampada:
maitre e barman professionisti di Arte in Tavola e Aibes (Associazione Italiana Barmen e Sostenitori) si sfideranno con la preparazione di dolci flambè abbinati a cocktail inediti creati
con lo shaker.

Tra un convegno, una degustazione e una lezione di cucina, i visitatori avranno a loro disposizione il Wine Book Show, uno spazio unico destinato a tutte le pubblicazioni del settore vino:
manuali, letteratura, guide all’insegna del buon bere e del vivere con gusto. Largo allo shopping anche presso gli stand, dove si potranno degustare e, nel caso, acquistare le bottiglie
preferite, usufruendo dell’innovativo Wine&Go, un servizio che consente di caricare comodamente le proprie bottiglie in auto al termine della visita o farsele spedire direttamente a casa, per
acquisti in tutta libertà.

Nessun pensiero anche post-degustazione, grazie alla possibilità di prenotare un tranquillo ritorno con autista – personale o da condividere con amici e compagni di visita e brindisi – per
lasciare a casa la preoccupazione di limiti e multe… all’insegna, sempre, del bere consapevole!

Il calendario degli eventi di Wine Show 2009 è disponibile sul sito www.wineshow.it

Leggi Anche
Scrivi un commento