Riconfermato il successo di Grapperie Aperte

Riconfermato il successo di Grapperie Aperte

Si riconferma il successo di Grapperie Aperte, la giornata dedicata alla grappa e ai suoi produttori, ideata dall’Istituto Nazionale Grappa in collaborazione con gli Istituti Regionali della
Grappa. Giunta quest’anno alla sesta edizione, Grapperie Aperte si è dimostrata ancora una volta un interessante appuntamento per conoscere storia e segreti del distillato italiano per
eccellenza.

Oltre mille le presenze alla storica Mazzetti d’Altavilla, in cima alla collina di Altavilla Monferrato, in una giornata calda e soleggiata, per un giro tra gli alambicchi e un assaggio in
enoteca. Anche quest’anno ottima la risposta di pubblico per l’iniziativa “No Grazie? Oggi Guido io!”, legata alla sensibilizzazione al consumo responsabile di alcolici alla guida. Sono stati
oltre duecento i visitatori che si sono offerti volontariamente di indossare il braccialetto di Mazzetti d’Altavilla, in cambio di un omaggio dell’azienda e della promessa di non consumare
alcolici durante la visita, per accompagnare i propri amici a casa.

Durante le visite guidate, che si sono svolte ogni mezz’ora per tutta la giornata, la famiglia Mazzettie il Mastro Distillatore Paolo Oppezzo hanno mostrato agli ospiti tutto il percorso che
porta alla creazione della grappa: dall’arrivo delle vinacce fresche nel piazzale antistante la distilleria al conferimento all’interno degli alambicchi, arricchita da una spiegazione della
storia della grappa e dei differenti metodi di distillazione. Siamo ad ottobre, il periodo in cui la distilleria lavora a pieno regime, e molti fortunati hanno potuto assaggiare la grappa appena
distillata, uscita direttamente dalle colonne di distillazione. Successivamente, un giro nella barricaia e tra i serbatoi in acciaio, per concludere la visita in cantina, degustando le grappe
Mazzetti d’Altavilla.

Immancabile l’abbraccio tra i prodotti gastronomici del Monferrato e la grappa. All’ora di pranzo sono stati proposti svariati piatti sfumati alla grappa.

Le Donne della Grappa, l’associazione di imprenditrici del mondo della grappa e appassionate presieduta dal 2001 da Claudia Mazzetti, hanno proposto l’interessante abbinamento Grappa e Formaggio
e in Casa Mazzetti è stato proposto un riuscitissimo abbinamento tra Grappa di Barbera invecchiata in Barrique e Toma Piemonte.

Per tutta la giornata sono stati offerti cocktail a base di grappa, a cura della barlady Aibes Caterina Lasagna, autrice dell’ultimo ricettario “Cocktail d’Autore” di Mazzetti d’Altavilla. Un
modo innovativo di preparare cocktail, utilizzando la grappa come ingrediente base, decorando le composizioni con frutta e splendidi colori.

Per tutta la giornata gli ospiti hanno potuto anche scoprire il lato “culturale” della grappa, con la visita alla mostra pittorica di Franco Brescianini da Rovato “L’Irrinunciabile Mistero”, che
ha esposto nei corridoi di Mazzetti d’Altavilla una serie di opere dedicate alla Donna – secondo lui il “Vero Motore dell’Universo” – in tutti i suoi aspetti. Non a caso, frase emblema di Claudia
Mazzetti è proprio “la Grappa è Donna”.

Nel tardo pomeriggio è stato emozionante scoprire una nuova ed originale modalità di avvicinamento alla degustazione della Grappa, cercando diversi accostamenti tra profumi, sentori
e note musicali, con la Mosquito ® Band!

“Non potremmo essere più soddisfatti – ha commentato Claudia Mazzetti, responsabile Marketing di Mazzetti d’Altavilla e presidente dell’Associazione donne della Grappa”. I tanti visitatori
accorsi hanno compreso perfettamente lo scopo di Grapperie Aperte, ossia la promozione di un prodotto tutto italiano, legato alla tradizione del nostro territorio: il distillato di bandiera che
va assaporato lentamente e sempre in piccole quantità. Eccezionale si è rivelato l’esperimento di degustazione di quattro grappe diverse accompagnate da altrettanti brani suonati
dalla Mosquito Band, la band che ha preso il nome dall’omonimo aperitivo italiano ideato qualche anno fa da Mazzetti d’Altavilla, a base di grappa di Moscato, ora assai richiesto. E pur essendo
certi che la Grappa debba rimanere legata assolutamente alla tradizione, sempre più ci accorgiamo che la necessità è quella di proporre “modi” di degustazione diversi per
aumentarnela cultura. E noi ci stiamo riuscendo!

Mazzetti d’Altavilla – Distillatori dal 1846
Viale Unità d’Italia, 2
15041 – Altavilla Monferrato (AL)

Leggi Anche
Scrivi un commento