Verbano Cusio Ossola: Export: 13,7% nei primi nove mesi del 2007

Verbania – Nei primi nove mesi del 2007 l’interscambio provinciale del Verbano Cusio Ossola ha registrato esportazioni di merci per circa 480 milioni di euro, rispetto ai 422 milioni di
euro registrati nello stesso periodo del 2006.

Dal grafico, che analizza l’andamento relativo al periodo gennaio- settembre relativo alle importazioni ed esportazioni nella nostra provincia, dal 1998 ad oggi, si può rilevare come
negli ultimi anni la crescita sia costante e anche di notevole entità. Infatti rispetto allo stesso periodo del 2003, lo sviluppo delle vendite all’estero è aumentato del 37%,
mentre rispetto al 1999 l’incremento è stato di oltre il 60%.
Con quasi 200 milioni di euro di prodotto esportato si conferma, quale attività leader per le vendite all’estero, il settore metalli in cui sono compresi i casalinghi, che rappresentano
una produzione tipica delle aziende distrettuali della provincia. Le esportazioni di questo comparto, che da solo accorpa il 41% delle esportazioni del territorio sono in forte aumento rispetto
allo stesso periodo del 2006 ( 30,6%, passando da 151 a 198 milioni di euro).
Il secondo posto nella graduatoria delle esportazioni distinte per gruppi merceologici spetta al comparto «prodotti chimici e fibre sintetiche e artificiali» (17,4% del totale) con
un valore di 83,3 milioni di euro (61 milioni nei primi nove mesi del 2006), in crescita del 36,3%.
Tra le esportazioni provinciali, occupa una posizione di rilievo anche il settore delle «macchine e apparecchi meccanici» (14,4% sul totale) con quasi 70 milioni di euro di
esportazioni.
I comparti «gomma e plastica» e «minerali non metalliferi», con un fatturato rispettivamente pari a circa 40,6 e 31,9 milioni di euro, rappresentano il 8,5% e il 6,7%
del totale delle esportazioni. Le esportazioni di entrambi i settori risultano in diminuzione: -25% per «gomma e plastica» e -4,9% per «minerali non metalliferi».

Le aree geografiche nelle quali è maggiore l’interscambio con la nostra provincia si confermano essere, anche nei primi nove mesi del 2007, quelle dell’Unione Europea (intendendo UE a 27
membri) che rappresenta il 68% dei mercati di blocco delle nostre merci con 327 milioni di export (302 milioni nello stesso periodo del 2006, con un aumento del 8,3%).
In aumento anche le esportazioni nei paesi extra Unione Europea con un 27% rispetto al terzo trimestre 2006, passando da 119 a quasi 153 milioni di euro.
Avvantaggiato anche dalla vicinanza geografica, il VCO esporta principalmente in Svizzera (16,8%, 52,8% rispetto ai primi nove mesi del 2006); seguono Francia (15,2% sul totale con un 13,7%)
Germania (13%) e Spagna (6% del totale, con percentuali di export in calo -8,7%).
Da notare come le esportazioni verso i paesi asiatici, che rappresentano circa il 4,5% del totale siamo in calo del 33% rispetto ai primi nove mesi del 2006. Il dato può essere
influenzato anche alla considerevole diminuzione delle esportazioni in Giappone, che passano rispettivamente da 13,2 a 2,8 milioni di euro. Per quanto riguarda le esportazioni in Cina, la
nostra provincia risulta essere in controtendenza, rispetto alla media piemontese (variazione tra i primi nove mesi del 2007 e lo stesso periodo del 2006 è di -1,1%) ottenendo una
crescita dell’export del 31,7%, passando da circa 5 a 6,7 milioni di euro.

Analizzando nel dettaglio la performance nei primi nove mesi dello scorso anno delle altre province piemontesi nel campo delle esportazioni, il Verbano Cusio Ossola si posiziona al secondo
posto, solo alle spalle della provincia di Alessandria (16,4%). Seguono Asti (13,1%), Cuneo (11,6%), Vercelli (8,1%), Torino ( 6%) e Novara (3,4%). Negativa solo la provincia di Biella (-3,9%).
Un segnale molto positivo per le imprese della nostra zona che speriamo possa essere confermato e migliorato nei prossimi mesi.

Leggi Anche
Scrivi un commento