Veneto: Seconda giornata della Biodiversità

Veneto: Seconda giornata della Biodiversità

Padova – La pianura veneta è una delle più vaste aree europee dove il bosco è stato completamente distrutto. L’erosione del manto forestale originario, iniziata
all’epoca della colonizzazione romana e proseguita con fasi alterne fino ai giorni nostri, ha condotto all’eliminazione quasi totale della foresta, che è sopravissuta in piccoli lembi
spesso fortemente compromessi ed isolati in un territorio ormai capillarmente antropizzato.

Oggi sta maturando una moderna concezione del territorio che tende ad una maggiore compatibilità tra le attività produttive e la difesa dell’ambiente, grazie alla quale stanno
progressivamente aumentando le iniziative di impianto di nuovi boschi di pianura.

Suddiviso in tre sessioni tematiche, il convegno intende approfondire l’evoluzione delle foreste planiziali in Europa, in Italia e nel Veneto, analizzandone il passato, il presente e le
prospettive future. Nella seconda sessione saranno presentate due esperienze legislative uniche in Italia a favore della loro ricostituzione ed alcuni esempi di realizzazione nel Veneto. La terza
ed ultima sessione approfondirà i vari aspetti della biodiversità delle foreste di pianura: le azioni per conservarla e migliorarla nelle formazioni relitte e le azioni per una sua
corretta ed equilibrata evoluzione nei boschi di nuovo impianto.

VISITA GUIDATA – 3 APRILE 2009
Gli argomenti del convegno saranno approfonditi il giorno successivo, venerdì 3 aprile 2009, con una visita guidata presso il bosco di Bandiziol e
Prassaccon, il più grande intervento unitario di ricostituzione di aree boschive di pianura del Veneto (San Stino di Livenza – VE) e presso l’area Amag (Villaverla – VI), quale esempio
di nuovo bosco di pianura in zona di risorgive. Un pullman partirà dal piazzale antistante la Corte Benedettina di Legnaro alle ore 8,30. Il rientro è previsto per le 17,30.

La visita è realizzata in collaborazione con l’Associazione Forestale del Veneto Orientale. La visita si svolgerà al raggiungimento di un minimo di 15 partecipanti.

Leggi Anche
Scrivi un commento