Vendita porta a porta e tessere sconto fasulle, Eurokontat cambia nome e continua ad ingannare?

Vendita porta a porta e tessere sconto fasulle, Eurokontat cambia nome e continua ad ingannare?

Firenze – Condannata ad una sanzione di 170 mila euro dall’Antitrust nel gennaio scorso, Eurokontat ha continuato nella sua attivita’ col nome commerciale Italia Dentro Casa. Cosi’
L’Antitrust ha aperto un nuovo procedimento a carico della societa’ padovana, la comunicazione e’ contenuta nel Bollettino 25/2009 del 13/07/2009.

Il fenomeno delle tessere sconto fasulle da anni colpisce i piccoli centri del Centro-Nord Italia. Sono anni che varie societa’, tutte della provincia di Padova, sguinzagliando venditori di
biancheria e altri prodotti per la casa, invitano i consumatori a sottoscrivere una tessera sconto in vista dell’imminente (quanto fantomatica) apertura di un centro commerciale in varie zone,
dal Veneto al Piemonte, dalla Lombardia all’Emilia Romagna. Successivamente sono state ‘colpite’ regioni del Centro, come Toscana, Umbria e Marche. Di recente ci sono pervenute segnalazioni
telefoniche e tramite mail anche da Lazio e Sardegna. 

Come funziona. Un venditore ottiene un appuntamento a casa del consumatore. L’agente promette che grazie a una tessera fedelta’ il cliente si garantira’ un sconto per acquisti in un
centro commerciale che sta per essere aperto in zona. A parole, nessun costo e impegno, ma viene fatto firmare un complicato e ambiguo contratto. Infine, viene preannunciato che dopo qualche
settimana passera’ un nuovo agente che consegnera’ la tessera.

A questo secondo incontro, la musica cambia. Dai toni rassicuranti si passa alle minacce. Se non si acquista per cifre che arrivano a 5 mila euro si sara’ citati in giudizio e altre minacce
simili.

Come difendersi. Il decreto legislativo 206/2005 permette il diritto di recesso (art.64), per gli acquisti al di fuori dei locali commerciali, senza penale entro 10 giorni.

Ovviamente, a fronte di proposte ambigue e non chiare e’ meglio non firmare. In casi di necessità, invece, ecco il modulo di recesso:

Importante. I dieci giorni per recedere decorrono dal momento della firma, ma se la merce oggetto d’acquisto non e’ puntualmente visionata dal consumatore, i dieci giorni decorrono dalla
consegna della stessa merce. Nel caso specifico, il cliente non ha idea di cio’ che ha acquista, quindi e’ possibile inviare la raccomandata di recesso anche dopo la seconda visita.

ADUC

Leggi Anche
Commenti ( 6 )
  1. renata
    6 Febbraio 2014 at 6:09 pm

    E successo anche a me mi sono lasciata incantare dalle tante parole di ” Giovanni” ed ho firmato per la ricevuta del catalogo. invece ho firmato un contratto di € 2690 piu iva senza saperlo. Fortunatamente,almeno spero, mio figlio si è accorto che ero stata truffata così ho immediatamente fatto una raccomandata con ricevuta di ritorno per recedere dal contratto, si ha tempo 10 gg. Sono andata anche dai Carabinieri i quali mi hanno detto che qualora si presentasse l”agente” di zona per portare la famosa tessera sconto sarebbero intervenuti. Spero di non doverli chiamare. Mi raccomando non fate entrare “questa” gente in casa sembrano bravi ragazzi invece sono dei figli di P…….

  2. Anna
    20 Marzo 2014 at 3:32 pm

    Purtroppo e’ successo anche a me, con la scusa di lasciarmi un catalogo del tutto gratis, mi hanno fatto firmare un modulo fasullo e alla seconda visita mi hanno detto che ero obbligata ad acquistare merce x 5.000€!!!! Che farabutti! Io ero disperata, piangevo come una matta ma questo insisteva che dovevo pagare….solo con l’arrivo di mio marito (1,85m x 90 kg) ha abbassato un po’ la cresta! Lo abbiamo mandato via dicendo che saremmo andati dai carabinieri. Il giorno dopo un nostro amico avvocato ha preso in mano la situazione e in pochi giorni ci e’ arrivata la disdetta del contratto.
    Non vi fidate di nessuno, sembrano all’inizio bravi ragazzi simpatici, ma sono delinquenti patentati che approfittano della buona fede delle persone. Non pagate niente assolutamente!!! Chiamate sempre le forze dell’ordine.

  3. irene
    22 Marzo 2014 at 5:39 pm

    Ciao a tutte finalmente dopo due mesi ho ricevuto la lettera dall’habitat soluzioni per abitare dove mi confermano che la mia commissione e’stata annullata.Con la scusa di un catalogo mi hanno fatto firmare a mia insaputa un contratto per la spera di 2800 euro.Leggendo i vari commenti su internet mi sono accorta che siamo tantissimi a essere stati truffati.Cosi anche dopo tre mesi ho mandato una raccomandata minacciosa.Fortunatamente e’servita a qualcosa..Mi raccomando non mollate.

  4. valentina
    10 Giugno 2014 at 8:53 pm

    Salve vorrei avere notizie da irene…come ha fatto a recedere al contratto passati 2 mesi dalla firma..??? Cosa posso fare anch’io….? Grazie dell’aiuto

  5. Elena Selvatico
    8 Luglio 2014 at 6:04 pm

    A me è capitato ieri. Stesso metodo: telefonata da signora “Troppo” gentile che mi chiede se possono lasciarmi un catalogo di articoli per casa. Io,cretina, accetto. Si presenta un signore dopo due giorni Gentilissimo,che parla alla velocità della luce, capisco 1) puoi acquistare prodotti scontati. 2) hai tempo quattro anni per acquistare un prodotto e usufruire dello sconto(un ferro da stiro fa sempre bisogno,penso io), 3) passeranno gli incaricati per la consegna della carta personale per gli acquisti. Il signore gentilissimo mi chiede di firmare per avvenuta consegna catalogo,io “doppiamente cretina” firmo. Torno in casa,perchè il tutto è accaduto davanti al portone in 5 minuti netti, inizio a sfogliare il catalogo, leggo i prezzi ( assurdamente alti) e poi … leggo il CONTRATTO, si perchè io ho firmato un contratto in cui mi si dice che devo ACQUISTARE almeno una delle offerte indicate,es:set matrimoniale lana merinos euro 4388,00 sconto 20%,poltrona relax euro 4492,00 sconto 20% ecc ecc. Ho preso su tutto,catalogo,contratto,listino prezzi e mi sono recata dal mio Avvocato, ho scritto una lettera di disdetta del contratto ( c’è specificato che lo si può fare entro 10 gg) spero che sia sufficiente ma ho paura che non basti. Sto pensando di andare a fare una denuncia ai carabinieri…
    Ah dimenticavo la ditta è xxxxx soluzioni per la casa via abruzzi 13 xxxxxx.

    Risponde la Redazione di Newsfood.com

    Elena buona sera, le chiediamo gentilmente di farci avere copia della Raccomandata inviata e i riferimenti del suo avvocato,
    grazie >>> info@newsfood.com

  6. emanuela
    19 Febbraio 2015 at 9:39 am

    a me è capitata la truffa nella stessa maniera descritta da altri,…solo che ho firmato la prima volta lo pseudo contratto ,dopo un mese si fa vivo l’incaricato x la convalida del buono, e si scopre l’inganno…. mi ha proposto una specie di soluzione… compro una cosa anche la meno cara del catalogo,ma non inferiore a 1000 euro e la cosa si risolve… non ho accettato,se ne è andato senza minacce …. cosa fare?

Scrivi un commento