Influenza suina, ADUC: Ciclicamente torna l’allarme

Influenza suina, ADUC: Ciclicamente torna l’allarme

Ciclicamente torna l’allarme per l’influenza da virus H1N1, popolarmente detta influenza suina.

Ci dobbiamo preoccupare? Vediamo un po’ di dati.

Il virus ha contagiato, nel mondo, circa 100mila persone e causato la morte di circa 400 persone. In termini percentuali significa che abbiamo una mortalita’ dello 0,4%, meno dei morti di una
influenza comune.

Se rapportiamo il numero di infetti e di morti alla popolazione mondiale, 6,75 miliardi circa, il numero di infettati e di decessi e’ del tutto irrilevante.

In Italia si sono verificati 224 casi di contagio e 0 morti; da tener presente che nel nostro Paese ogni anno muoiono per la comune influenza invernale circa 4.500 persone. Ovvio che tutti i
segnali di pericolo vanno tenuti in debita considerazione ma, tra allarme e allarmismo c’e’ una bella differenza. Ci poniamo una domanda: a chi giova l’allarmismo?

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Leggi Anche
Scrivi un commento