Valdobbiadene: All’Antica Fiera di San Gregorio a sorpresa arriva Zaia e dichiara: “C’è troppa Roma in televisione”

Valdobbiadene: All’Antica Fiera di San Gregorio a sorpresa arriva Zaia e dichiara: “C’è troppa Roma in televisione”

“C’è troppa Roma in televisione”. Così Luca Zaia dal palco dell’Antica Fiera di San Gregorio. A sorpresa il Ministro alle politiche agricole è giunto a Valdobbiadene per
quello che è un appuntamento tradizionale dell’agricoltura dell’alta Marca.

Per la manifestazione è stato un giorno speciale vista l’anteprima della prima edizione del Premio San Gregorio per il miglior formaggio di malga, l’apertura della nuova sede della scuola
di ristorazione Dieffe che ha occupato gli spazi dell’hotel Alla Torre, un riconoscimento speciale alla nuova associazione delle piccole produzioni locali e l’apertura di una mostra fotografica
con protagonista la protezione civile e le foto degli interventi post terremoto dell’Aquila.

“Tutto questo è cultura e identità per un territorio – hanno detto in coro Bernardino Zambon e Pier Giorgio Davì, rispettivamente sindaco e vicesindaco di Valdobbiadene – in
una inchiesta del settimanale Panorama, Valdobbiadene è risultato tra i comuni più salubri d’Italia su 8100 paesi. Alla faccia di chi dice che i trattamenti alle viti sono deleteri
per un territorio”.

Zaia ha poi portato l’attenzione sul prodotto principe della zona: “In quest’area si consuma anche un momento importante che è quello della docg del Prosecco – interviene il Ministro Luca
Zaia – Ricordiamo che in Italia abbiamo dato uno schiaffo allo Champagne con un meno 60 per cento di consumi. Questo perché le nostre bollicine sono semplicemente migliori. Il territorio
veneto è straordinario ed è per questo che 60 milioni di turisti lo scelgono. E sarebbe per questo che meriterebbe più spazio nella televisione nazionale dove c’è
ancora troppa Roma. Guardando al futuro dico che i pessimisti non hanno mai fatto fortuna”.

Il Ministro ha poi lanciato anche da Valdobbiadene la sfida agli Ogm: “Questa sarà una settimana importante dove daremo battaglia. La nostra agricoltura non può diventare schiava
delle multinazionali. La nostra forza è la biodiversità. Un esempio? Queste colline meravigliose che quando diventeranno patrimonio dell’Unesco vedranno l’arrivo di moltissimi nuovi
turisti”.

Sul palco anche il vice presidente di regione del Veneto, Franco Manzato, l’assessore regionale, Vendemmiano Sartor, il Presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro con il vice Floriano
Zambon, l’europarlamentare Cancian e tante altre autorità della pedemontana. L’edizione 2010 della Fiera di San Gregorio (domani è il patrono a Valdobbiadene) passerà alla
storia per quella che ha lanciato l’idea di un marchio paniere per Valdobbiadene.

Si tratta di un vero progetto turistico: “Un cesto delle bontà per vendere l’immagine di uno dei comuni più vivibili d’Italia che contiene una bottiglia di Prosecco docg, una
soppressa, un pezzo di formaggio di malga del Cesen e un barattolo di miele delle nostre colline – spiega Pier Giorgio Davì, vice sindaco di Valdobbiadene con delega all’agricoltura –
Creare turismo passa anche attraverso la creazione di marchi che si identificano con il territorio che si vuole proporre e vendere”.

Il vincitore del I Premio San Gregorio ai migliori formaggi di malga
In piazza a Valdobbiadene si sono svolte le premiazioni della prima edizione del premio San Gregorio indetto per dare un riconoscimento alle malghe del Cesen che producono formaggi
straordinari. La giuria, presieduta dall’esperto Fernando Raris, ha dato il verdetto. Con 94 punti il vincitore di questa prima edizione, per la categoria formaggi di malga stagionati-alpeggio
2009, è Malga Mariech di Italo Curto. Pari merito per tre malghe al secondo posto: malga Budoi, malga Barbaria (malga comunale) e malga Endimione.

Zetagroup.it
Redazione Newsfood.com+WebTV

Leggi Anche
Scrivi un commento