Usare Twitter per controllare l’alimentazione: è arrivato “TweetWhatYouEat”

Usare Twitter per controllare l’alimentazione: è arrivato “TweetWhatYouEat”

Sfruttare Twitter come blocco note elettronico, riportando gli alimenti mangianti (e le calorie così ottenute).

Questa la filosofi alla base di “TweetWhatYouEat”, applicazione del social network il cui scopo (come spiegano i creatori) non è di sostituirsi ai medici ma di aiutare gli utenti del Web
a combattere problemi come sovrappeso ed obesità.

Gli interessati al sistema iniziano inserendo il proprio peso attuale ed il peso desiderato. Dopodiché si sfruttano le numerose potenzialità di “TweetWhatYouEat”, dalla
capacità di calcolare le calorie ingerite (per vedere se è stato superato il fabbisogno giornaliero), alla creazione di elenchi dei cibi “off-limit”, all’utilizzo del forum, per
scambiare consigli ed incoraggiamenti con gli altri partecipanti.

Per partecipare e provare l’esperimento della “social dieta” basta andare sul sito e accedere a Twitter (o creare un account se non lo si ha), e seguire le istruzioni di un video che spiega
cosa e come fare.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento