Tutti i grandi della rete a difesa del web

Tutti i grandi della rete a difesa del web

I grandi nomi del web uniti per la neutralità della rete. L’insolita alleanza è dovuta alla prossima riunione della Commissione federale delle comunicazioni degli Stati Uniti, che
avrà all’ordine del giorno la riscrittura delle regole di Internet. Così Google, Skype, Twitter, YouTube, Facebook, Mozilla, Linkedin (per citare solo i più conosciuti) hanno
deciso di firmare una lettera, inviata al presidente della Commissione, Julius Genachowski, per ribadire la propria posizione.

La richiesta è che non venga messo in pericolo il principio che fino a oggi ha garantito eguaglianza a tutti gli utenti del web, ovvero l’impossibilità, per i provider, di stabilire
chi deve navigare più veloce e chi più lento, magari in base a quanto è costosa la sua connessione. Di solito strenui concorrenti per accaparrarsi fino all’ultimo internauta,
questa volta i grandi marchi della rete si sono alleati.

Lo scopo è evitare che i provider possano filtrare i dati da e per l’uno o l’altro sito, e che possano stabilire delle priorità nell’accesso alla rete. Ciò che si vuole
evitare è che siano i provider a decidere della qualità della connessione degli utenti, creando una discriminazione fra i piccoli siti gestiti a livello amatoriale e i colossi della
rete. Barack Obama, dal canto suo, ha già dato assicurazioni sulla sua volontà di preservare la rete come uno spazio libero, ma le società del web, visti gli interessi in
gioco hanno deciso di scrivere al presidente della Commissione.

“Egregio presidente Genachowski – si legge nella missiva – scriviamo per esprimerle il nostro sostegno al suo annuncio che la Commissione federale delle comunicazioni sta per cominciare un
processo per l’adozione di norme che garantiscono un Internet aperto”.

“Crediamo che un processo che si traduce di fatto in norme facenti appello a senso comune – continua la lettera -può esser difficoltoso per garantire che Internet rimanga un motore
fondamentale della crescita economica, l’innovazione e la competitività globale. Per la maggior parte della storia di Internet, le norme della FCC hanno assicurato che i consumatori
fossero in grado di scegliere i contenuti e i servizi che desiderano grazie alle loro connessioni internet. Imprenditori, tecnologi, e venture capitalist sono stati precedentemente in grado di
sviluppare nuovi prodotti e servizi on-line con la garanzia di neutralità, di accesso non discriminatorio da parte degli utenti, che ha alimentato un’era senza precedenti di crescita
economica e di creatività. Imprese reali sono state in grado di sfruttare la potenza di Internet per sviluppare linee di prodotti innovativi, raggiungere nuovi consumatori, e creare nuovi
modi di fare business”.

“Un Internet aperto – termina la lettera – è il combustibile per un mercato competitivo ed efficiente, dove i consumatori sono liberi di fare le proprie scelte finali sui prodotti che
hanno successo e quelli che falliscono. Questo consente alle aziende di ogni dimensione, dalla più piccola alla start-up alle imprese di maggiori dimensioni, di competere, portando la
massima crescita economica e di opportunità. La leadership americana nello spazio e nella tecnologia è dovuta, in gran parte, a un Internet “aperto”. Ci complimentiamo con la vostra
scelta di avviare un processo di elaborazione di norme per garantire che le qualità che ha reso Internet un tale successo venga preservata.

Leggi Anche
Scrivi un commento