Una pianta di piselli nel polmone: il caso di Ron Sveden

Una pianta di piselli nel polmone: il caso di Ron Sveden

A volte, gli alimenti finiscono e prosperano nei posti più incredibili. Così, può capitare che un pisello finisca nei polmoni e lì riesca a germogliare: è la
storia di Ron Sveden, raccontata dalla “Cnn”.

Ron Sveden è un insegnante in pensione di 75 anni, residente nel Massachusetts. Recentemente è stato ricoverato per gravi problemi di salute in ospedale. Lì, i medici hanno
riscontrato un polmone collassato ed i raggi X hanno evidenziato all’interno dell’organo una massa di 12 mm molto simile ad un tumore. Tuttavia, i test successivi avevano escluso tale ipotesi,
mettendo in difficoltà i medici.

Come spiega il professore, il responso finale è stato inaspettato: “Mi hanno detto che circa due mesi fa devo aver mangiato un pisello crudo che è andato nella direzione sbagliata
ed è germogliato grazie all’ambiente caldo e umido che c’è nei polmoni”.

Sveden è stato sottoposto ad operazione chirurgica, che ha rimosso con successo il corpo estraneo.
Una volta tornato a casa, l’anziano ha celebrato la vittoria con molta ironia: “Uno dei primi pasti dopo l’operazione aveva come contorno i piselli: mi sono fatto una risata e li ho mangiati.
Non so se la pianta sarebbe cresciuta fino al cielo e avrei incontrato un gigante come nella favola, ma sono molto contento che quello non fosse un tumore”.

Divertita anche sua moglie Nancy: “Dio deve avere davvero un gran senso dell’umorismo”.

Ed, ovviamente, non possono mancare gli amici che, come augurio di buona salute, inviano a Ron piselli freschi ed in scatola.

Fonte: “Pea plant found growing in man’s lung”, CNN/WHDH 10/08/010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento