Turismo, Rutelli: «sono contrario alla tassa di scopo»

Roma – ‘Sono contrario alla tassa di scopo perché la considero una complicazione amministrativa ed un messaggio negativo che parte dall’Italia, e che non possiamo permetterci: ci
sarebbe il rischio di una campagna, dall’estero, su qualcosa che sarebbe intesa come una tassa sul turismo’.

Lo ha detto il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Francesco Rutelli, a margine dell’assemblea annuale della Confesercenti di Firenze, sottolineando che la tassa di scopo ‘e’ un
traguardo che non si raggiungerà mai, perché sono molto più numerosi i contrari che i favorevoli’.

Per questo ‘ho presentato un emendamento di legge alla Finanziaria e al ddl sulla sicurezza nelle città, che prevede 60 milioni di euro per le principali citta’ di arte, in primo luogo
Roma, Firenze e Venezia, ma anche per alcuni centri più piccoli – ha spiegato il vicepremier -. C’e’ già il frutto del lavoro della Commissione di sette membri che ho nominato e
che servirà per stabilire la ripartizione degli eventuali fondi. Non sarà una battaglia facile, e mi aspetto il sostegno di tutti’.

Leggi Anche
Scrivi un commento