Tumori: il DNA dice “se” e “come”

Tumori: il DNA dice “se” e “come”

Analizzare il genoma fornisce informazioni sulla possibilità di contrarre alcuni tipi di tumori (tra cui quelli ai polmoni) e a volte persino che quale sottospecie di malattia si
svilupperà.

A dirlo, una ricerca del Institute of Cancer Research, pubblicata dal “Cancer Research Journal”.

Gli studiosi hanno lavorato con 2.000 pazienti affetti da cancro ai polmoni, confrontando il loro DNA con quello di individui sani. Essi hanno cosi scoperto specifiche differenze nei cromosomi
5,6,15, che influenzavano la salute del soggetto. Coloro che avevano variazioni genetiche nel cromosoma 5 erano più propensi a sviluppare l’adenocarcinoma; la regione evidenziata nel
cromosoma 6 invece sarebbe legata alla possibilità per il fumatore di contrarre l’adenocarcinoma oppure il carcinoma a cellule squamose.

La variazione del cromosoma 15,infine, influenza la possibilità o meno di sviluppare i tumori.

I ricercatori hanno inoltre notato come il possesso di una coppia di tali varianti genetiche combinata all’abitudine al fumo (sia fumatori che ex fumatori) faceva aumentare il rischio di cancro
ai polmoni del 28%. Se invece le coppie di varianti possedute erano due, l’aumento di rischio toccava l’80%.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento