Torna «Voglia di cinema» nelle province del Lazio

Roma – Continua per tutto il 2008 l’allettante iniziativa Voglia di Cinema: il martedì e il mercoledì, nei cinema delle 5 province Lazio (esclusi quelli all’interno del
Comune di Roma, che beneficeranno di un’altra iniziativa) il costo del biglietto è bloccato a 2,50 ?.

La terza edizione del progetto, che partirà il 15 gennaio, è realizzata dall’ANEC Lazio con il sostegno della Presidenza e dell’Assessorato alla Cultura, Spettacolo e Sport della
Regione Lazio, istituzione che conferma e rafforza il proprio impegno ad estendere le opportunità culturali a tutti i cittadini e ad attribuire al Cinema una funzione di traino e
sviluppo dei territori della nostra regione.

L’iniziativa mantiene la formula vincente delle passate edizioni e si pone un duplice obiettivo da raggiungere. Da una parte, far riscoprire al pubblico la centralità della sala
cinematografica, luogo ideale per la fruizione del cinema. Dall’altra, la creazione di un’ampia offerta e diffusione di spettacoli di qualità anche nei circuiti più periferici.

Obiettivi ampiamente raggiunti nel 2007, anno in cui si è registrato un grande successo di presenze ( 29,9 % nei cinema aderenti rispetto al 14,7% registrato nei cinema non aderenti a
Voglia di Cinema) tale dato evidenzia come l’iniziativa rafforzi di trend positivo che, nel 2007, il consumo di cinema ha registrato nelle province del Lazio rispetto a quanto avvenuto, nello
stesso periodo, nell’area metropolitana della Capitale.

Voglia di Cinema ha infatti comportato un aumento di 464.645 spettatori paganti in un anno nei cinema aderenti, di cui 190.210 nei giorni del martedì e del mercoledì (i giorni
della promozione).

Dai riscontri ottenuti tramite il sito www.vogliadicinema.net abbiamo rilevato che l’iniziativa ha riportato in sala quanti, in passato, avevano rinunciato ad andare al cinema per motivi
economici. Inoltre molte famiglie e gruppi di amici hanno ricominciato a frequentare insieme le sale, dimostrando così la forza dell’iniziativa anche nella promozione e valorizzazione
della coesione sociale.

Sono 42 le sale che aderiranno, almeno con uno schermo, all’iniziativa proponendo, anche quest’anno, una programmazione che rivolgerà una particolare attenzione al cinema italiano ed
europeo: in molte occasioni, opportunamente annunciate, registi, attori e altri operatori del nostro cinema incontreranno il pubblico in sala.

Leggi Anche
Scrivi un commento