Torino: Commissione paritetica sul Moscato, confronto e discussione su prezzi e rese

Torino: Commissione paritetica sul Moscato, confronto e discussione su prezzi e rese

Torino – Si è riunita a Torino la Commissione paritetica sul Moscato, composta da rappresentanti della parte agricola e della parte industriale, per affrontare, sin dall’inizio
dell’annata, le questioni relative a prezzo e rese, come prevedeva un impegno assunto nel corso dell’ultimo accordo interprofessionale, siglato ad agosto 2009.

Nel corso della seduta, tutte le parti hanno espresso l’intenzione e la convinzione unanime di proseguire l’esperienza importante del tavolo paritetico, come sede di confronto e discussione su
prezzi e rese, scindendo questo dalle vicende che hanno recentemente interessato il Consorzio dell’Asti e che hanno visto l’uscita dal Consorzio stesso di aziende significative.

L’Assessore regionale all’Agricoltura, apprezzando la volontà di mantenere un percorso unitario, pur in un quadro più articolato di soggetti, ha sottolineato l’esigenza di
incardinare la trattativa sul prezzo non solo sui dati produttivi e commerciali, ma anche su un’indispensabile strategia che il mondo dell’Asti e del Moscato vorrà darsi, in termini
generali, sia per promuovere il prodotto sui mercati sia per valorizzare il comparto.

L’invito è stato accolto e si è richiesto al Consorzio dell’Asti di farsi promotore di un incontro di approfondimento – che coinvolga tutte le aziende e la parte agricola – su
strategie e prospettive, per poi ritrovarsi in Commissione paritetica con un quadro più chiaro, nel momento in cui si potrà anche prevedere con maggior precisione l’andamento
climatico dell’annata.

Rimangono i punti fermi fissati con l’ultimo accordo interprofessionale 2009, ovvero prezzi e rese pari a un minimo di 85 qli/ettaro per la resa e di 9,55 euro/miriagrammo per il prezzo, oltre
al completamento del piano di rilancio.

 

regione.piemonte.it
Redazione Newsfood.com WebTv – info@newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento