Tibet, il Dalai Lama minaccia dimissioni se la situazione precipita

Il Dalai Lama minaccia di dimettersi se le violenze in Tibet cresceranno. La suprema guida spirituale tibetana, accusata dalla Cina di essere l’orchestratore delle manifestazioni di Lhasa e di
voler boicottare le olimpiadi di Pechino, ha dichiarato di avere come «unica opzione le dimissioni se le cose vanno fuori controllo» spiegando di esser pronto ad abbandonare il suo
ruolo di leader religioso.

«Non dobbiamo sviluppare sentimenti anti-cinesi. Dobbiamo vivere insieme, fianco a fianco» ha detto, sottolineando però che «l’indipendenza del Tibet è fuori
questione». Il Dalai Lama premio Nobel per la Pace 1989, vive in esilio in India dal 1959.

Leggi Anche
Scrivi un commento