Terremoto in Cina: allarme per la sicurezza delle dighe

Ora a preoccupare nel post terremoto in Cina è la sicurezza delle dighe, ad ammetterlo sono le stesse autorità governative di Pechino che parlano di «problemi seri»
per gli impianti idraulici del sudest del paese colpito dal terribile sisma di lunedì scorso.

Il ministero per le Risorse idriche lancia l’allarme in particolare sulla prevenzione delle inondazioni nei diversi bacini e centrali idroelettriche. In tutto sono 391 gli impianti danneggiati,
tra cui due dighe di grandi dimensioni, compresa quella delle Tre Gole, la più grande del mondo, lunga 563 chilometri, situata ad est dell’epicentro del sisma. Già da ieri duemila
militari sono stati inviati a riparare delle crepe definite «estremamente pericolose» in alcune delle strutture a rischio.

Leggi Anche
Scrivi un commento