Terremoto, Alberto Quadrio Curzio riprende dal Corriere la proposta dell’ADUC

Terremoto, Alberto Quadrio Curzio riprende dal Corriere la proposta dell’ADUC

Ieri abbiamo rivolto un appello al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, affinche’ utilizzi i soldi pubblici destinati al ponte sullo Stretto per mettere a norma antisismica gli ospedali.

Abbiamo ricevuto una reprimenda da un noto conduttore radiofonico della RAI che ci ha tacciato di qualunquismo e demagogia.

Oggi sul Corriere della Sera, in prima pagina, Alberto Quadrio Curzio, editorialista e ordinario di Economia politica alla Facoltà di Scienze Politiche della Universita’ Cattolica dal
1976 e preside dal 1989, fondatore e direttore del Cranec (Centro di ricerche in Analisi economica) presso la stessa Universita’ dal 1977, riprende la nostra proposta.

Scrive, infatti, il prof. Quadrio Curzio che “i fondi vanno reperiti… con la revisione di alcune priorita’ del governo tra cui il ponte sullo Stretto di Messina.”

Delle due l’una: o le proposte del prof. Quadrio Curzio sono egualmente demagogiche e qualunquiste oppure il buon senso e il buon governo indurrebbero  a procrastinare alcuni impegni di
spesa a favore dell’emergenza e della messa in sicurezza degli edifici pubblici, con priorita’ per gli ospedali.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Leggi Anche
Scrivi un commento