Tensione fra Berlusconi e il Quirinale

E’ finito con una bacchettata di Napolitano l’attacco di Silvio Berlusconi al Quirinale. La scintilla della polemica è partita da una frase del leader del Popolo della libertà.
«Sarà molto difficile governare visto che ogni decisione del Consiglio dei ministri dovrà passare per le forche caudine di un capo dello Stato che sta dall’altra
parte» aveva dichiarato Berlusconi in un’intervista. Salvo poi precisare che il riferimento era al presidente Ciampi.

La replica del Quirinale non si è fatta comunque attendere «Mai sottoposto ad interferenze improprie le decisioni di alcun governo» ha precisato la presidenza della
Repubblica sottolineando la gravità di attribuire al Colle pregiudizi ostili nei confronti di qualunque forza politica. Sorpreso Ciampi: «Ricordo perfettamente che nel 2006
Berlusconi mi pregò caldamente di ricandidarmi».

Leggi Anche
Scrivi un commento