Tè, protezione contro il cancro alle ovaie

Tè, protezione contro il cancro alle ovaie

Non è una novità, ma è piacevole sentirlo. Le donne che consumano tè vedono ridotto il pericolo di cancro alle ovaie.

A spiegarlo, una ricerca della Curtin University (Australia), diretta
dal dottor Andy Lee.

Basi dello studio, indagini precedenti, che avevano evidenziato come il tè fornisse sostanze antiossidanti, capaci di stimolare la salute.

Passo successivo è stato quindi l’investigazione sul campo, in un ospedale di Guangzhou, in Cina.

Lee ed il suo team hanno valutato alimentazione e salute di 1000 donne: 500 pazienti con cancro alle ovaie diagnosticato, 500 donne sano (gruppo di controllo).

Tale azione ha mostrato come il consumo di tè riducesse il pericolo di ammalarsi: se nelle donne sane l’abitudine era presente nel 78,8% del gruppo, nelle donne malate si fermava al
51,4%,.

Inoltre, l’effetto positivo era presente al variare del te: verde, nero, Oolong.

Detto questo, il professor Lee ha spiegato come “Non è solo per quanto tempo si beve il tè, ma anche la quantità di tè e la frequenza di assunzione”. Più
chiaramente, un consumo abbondante e frequente risulta più efficace. Inoltre, Lee ha messo in chiaro come non esista la prova definitiva della prevenzione, ma ci sia un effetto empirico:
più si beve te, meno ci si ammala.

Comunque sia, la squadra della Curtin non si ferma: prossimo obiettivo, verficare se il tè possa migliorare tasso di sopravvivenza e qualità della vita nelle pazienti colpite dal
male.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento