FREE REAL TIME DAILY NEWS

Taybeh, l’Oktoberfest di Palestina

Taybeh, l’Oktoberfest di Palestina

By Redazione

Panini, piatti di carne e tanta, tanta birra d’ottobre. Questa è l’Oktoberfest, ma non la famosa, di Monaco di Baviera, ma quella di Taybeh, in Palestina, venti chilometri a nord di
Gerusalemme.

Più di tutto, è la storia di David e Nadim Khoury, del loro coraggio e della loro birra. Negli Anni ottanta, i fratelli Khoury, palestinesi cristiani e birrai, tornano in patri
dall’America con un’idea fissa: portare la birra a casa loro, nel Medio Oriente.

Le difficoltà non mancano, perché “Come pensi di vendere birra in un paese a maggioranza musulmana?”, ma i due hanno successo, riuscendo a creare la Taybeh Brewing Co. Definita
dagli esperti “Il miglior esempio delle possibilità di sviluppo economico della Palestina”, l’azienda ha 20 dipendenti in pianta stabile, un fatturato di 2 milioni di dollari e vendite
che crescono del 25% ogni anno.

La sua birra poi, non si limita ai locali palestinesi, ma viene apprezzata anche in quelli di Israele, Giappone, Cile e Svezia e prodotta su licenza in Germania e Regno Unito.

Detto questo il maggior successo è la festa di Taybeh.

Per l’occasione, il villaggio ospita decine di migliaia di visitatori: turisti, operatori di ONG e diplomatici stranieri, ma anche abitanti di villaggi locali. Gli islamici amanti della birra
analcolica convivono pacificamente con i cristiani che provano anche le altre bionde e scure. Per chi vuole mangiare, piatti tradizionali come shish kebab e dolci, ma anche pop corn ed hot dog.
Non manca l’intrattenimento musicale, le bancarelle e le rock band.

Detto questo, non mancano neanche i problemi. Ogni giorno, la birra di Khoury deve fare i conti con la diffidenza delle autorità religiose ed i controlli dei soldati israeliani. Spesso,
i militari dei check point fanno scaricare le casse giù, le controllano una per una e la ricaricano su un camion israeliano. Risultato, la birra rimane per ore sotto un sole cocente. Non
è una storia facile, ma i fratelli non mollano: dopo aver portato la birra in un paese musulmano, la paura non è cosa loro.

Matteo Clerici

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: