Sydney: Australia e altri paesi del Gruppo Cairns chiedono all'Ue di non introdurre sussidi alle esportazioni di prodotti caseari

Sydney – L’Australia e le altre 18 nazioni esportatrici agricole del Gruppo di Cairns esortano l’Unione europea a non introdurre sussidi all’export di prodotti caseari.

Mentre la maggior parte dei paesi concorda sul principio di mettere fine ai sussidi all’esportazione, ha detto il ministro australiano del Commercio Simon Crean, in mancanza di un
accordo a concludere il Doha Round di colloqui sul commercio, gli europei sostengono che è possibile sussidiare le esportazioni casearie sotto le regole commerciali esistenti.

“Siamo impegnati a mettere fine queste procedure, e gli stessi leader del G20 esortano a non tornare al protezionismo durante l’attuale crisi globale”, ha detto Crean alla radio
australiana Abc. “L’ultima cosa di cui abbiamo bisogno – ha aggiunto – con il rallentamento dell’economia mondiale, è di prendere iniziative che lo possano esacerbare.
L’Australia e il Gruppo di Cairns vogliono aprire i flussi commerciali, non chiuderli”.

La Commissione europea ha annunciato questo mese che fornirà sostegno ai produttori caseari per compensare la forte caduta di prezzi negli ultimi sette mesi, erogando rimborsi
per l’export di burro, formaggio e latte in polvere. Aumenterà inoltre i suoi acquisti di burro e di latte scremato in polvere quando inizierà ad intervenire sul mercato
in marzo.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento