Nutrimento & nutriMENTE

Studenti e insegnanti toscani a scuola di cittadinanza europea

By Redazione

Firenze – «Favorire la dimensione internazionale dell’educazione e della formazione per far crescere una identità europea a partire dallo scambio di esperienze fra scuole e
studenti e dal confronto fra lingue e culture diverse, è questo l’obiettivo di iniziative come il progetto Roots and Wings, un progetto che la Regione Toscana ha sostenuto con
convinzione proprio perché va nella direzione di rafforzare questa dimensione europea».

Così l’assessore all’istruzione, formazione e lavoro Gianfranco Simoncini ha spiegato come si sta muovendo la Toscana alla conferenza internazionale che ha riunito a Dublino i
partecipanti al progetto europeo Comenius-Roots and Wings, sul tema «Condividere le similitudini e rispettare le differenze».

«L’idea di una consapevolezza europea – prosegue l’assessore – deve ancora essere consolidata e messa a fuoco. La scuola è il punto di partenza indispensabile per far crescere
questo processo. Per questo è importante porre i valori della comprensione e della solidarietà al centro degli sforzi comuni, in una prospettiva di allargamento dell’Unione
Europea».

L’assessore ha ricordato come la Toscana, nel documento di programmazione del nuovo Fondo sociale europeo, abbia previsto un asse specifico per la mobilità, destinandovi fino al 4% delle
risorse assegnate alla nostra regione che, per il periodo 2007-2013 ammontano complessivamente a 664 milioni di euro. Grazie a queste risorse verranno promossi scambi fra scolaresche e
insegnanti, realizzando partenariati internazionali e stabilendo rapporti con enti locali di altre regioni europee.
«Un bando per la mobilità degli studenti delle scuole superiori è stato recentemente aperto per 288 mila euro. Inoltre sono stati stipulati accordi bilaterali con molte e
importanti regioni europee come il Galles o la Catalogna. nel quadro delle attività dell’associazione delle regioni europee per il Lifelong learning, cioè per promuovere
l’educazione lungo l’intero arco della vita».

L’assessore è a Dublino insieme a una delegazione composta da 17 insegnanti italiani (di cui 10 toscani) provenienti da 15 scuole (8 toscane). Il progetto Roots and Winds nasce nel 1995
nell’ambito di una collaborazione fra Regione Toscana, West Wales e contea di Vejle (Danimarca). Nel 2001 la rete si è estesa fino a comprendere 12 paesi europei e a coinvolgere 120
scuole, 15 mila studenti e oltre 1000 insegnanti. Oggi il progetto è alle fasi conclusive e si sta ponendo il problema di una sua prosecuzione dopo l’allargamento a nuovi paesi come
Cipro, la Turchia, la Romania, la Polonia.

Barbara Cremoncini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: