Sperimentazioni Ogm in Italia: il confronto si gioca sulla normativa vigente

La proposta di Confagricoltura di mettere a disposizione le proprie aziende produttrici di mais per la coltivazione sperimentale di mais transgenico è destinata a riaccendere il
dibattito sulle sperimentazioni di organismi geneticamente modificati in Italia.

A questo proposito, affinchè sia un dibattito fondato sulla realtà e non, come accade di solito, soltanto sulle ipotesi, ricordiamo a tutte le parti in causa che il
confronto si gioca sulla normativa vigente, e che attualmente la materia è disciplinata dal Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del 19 gennaio
2005.

Questo stabilisce che le sperimentazioni possono essere realizzate esclusivamente in siti pubblici individuati dalle autorità competenti regionali, applicando protocolli
sperimentali che garantiscano una adeguata sicurezza per la filiera agroalimentare.

Allo stato attuale, però, nè sono stati individuati siti pubblici idonei da parte delle Regioni, nè sono stati licenziati protocolli di sicurezza da parte
Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Leggi Anche
Scrivi un commento