Siccità: la Provincia di Grosseto incontra le associazioni agricole

Grosseto – La siccità rischia di mettere a dura prova l’agricoltura maremmana, i danni maggiori riguardano il settore olivicolo e il settore zootecnico che soffre della carenza di
piogge per i pascoli e che ha visto letteralmente lievitare il costo del fieno.

Per la zootecnia oltre al problema siccità c’è quello della concorrenza straniera che fa scendere sempre di più il prezzo del latte. Considerata la gravità della
situazione nei giorni scorsi si è riunita la quarta Commissione consiliare «Attività produttive e Sviluppo economico», presieduta dal consigliere Alfredo Ubaldi, con
la partecipazione dei presidenti della Cia e dell’Unione provinciale Agricoltori di Grosseto. «Dall’incontro – spiega Ubaldi – è emerso un quadro preoccupante soprattutto per le
aziende agricole più piccole che praticano la monocoltura. Una situazione che potrebbe aggravarsi ulteriormente se l’andamento climatico, come previsto, sarà caratterizzato anche
in futuro da scarse precipitazioni. Ma è emersa anche la ferma volontà della Provincia di intervenire immediatamente a sostegno di queste aziende, qualora ci siano le condizioni
per il riconoscimento da parte della Regione Toscana dello stato di calamità naturale».

L’assessore provinciale allo Sviluppo rurale Alidiano Bargelli, ha infatti assicurato ai presidenti della Cia e dell’Unione agricoltori il massimo impegno della Provincia su questo fronte.
«Faremo tutto il possibile – ha detto Bargelli – i nostri tecnici stanno lavorando da giorni per avere i dati costantemente aggiornati e le cifre esatte: devono infatti verificarsi
precise condizioni e percentuali di danno, dimostrabili e stabilite dalla normativa vigente, per veder riconosciuto lo stato di calamità naturale». Domani (venerdì 28
dicembre) l’assessore Bargelli incontrerà di nuovo i rappresentanti delle associazioni agricole per fare il punto della situazione. La quarta Commissione consiliare, inoltre, ha proposto
di convocare un apposito Consiglio provinciale sul problema della siccità in Maremma.

Leggi Anche
Scrivi un commento