Settimane della Comunicazione: Viaggio nelle Dolomiti, lungo la strada dei formaggi e del Botìro di Primiero

Settimane della Comunicazione: Viaggio nelle Dolomiti, lungo la strada dei formaggi e del Botìro di Primiero

SPECIALE – Presidio Slow Food del Botìro di Primiero (Trento)
VIAGGIO NELLE DOLOMITI, LUNGO LA STRADA DEI FORMAGGI
Ma si guarda anche al futuro: al via le “Settimane della comunicazione”
di Franco Vergnano
==
Quando nelle Dolomiti, dopo una lunga arrampicata fino ai 1.900 metri di altezza per una strada di montagna (poco più di una mulattiera), arrivi finalmente alle malghe del Botìro, vieni premiato con l’assaggio del “superburro”: una squisitezza – decisamente “premium price” – che è anche un presidio Slow Food.
E qui capisci perchè, ai tempi della Serenissima, il miglior burro di Venezia proveniva dagli alpeggi di Primiero, nella valle del Vanoi (in provincia di Trento).

Già I Dogi riconoscevano infatti l’eccezionale qualità di questi prodotti.
Si tratta però di produzioni che erano andate quasi totalmente perse, ma si è oggi finalmente riusciti a recuperare il ricordo e la tradizione.
Ma non basta. In zona sanno collegare l’antico con il nuovo.
Infatti sono state lanciate le “Settimane della comunicazione”: saranno dei corsi residenziali specializzati per comunicatori, giornalisti e professionisti delle relazioni pubbliche nei vari ambiti e si svolgeranno a San Martino di Castrozza e a Fiera di Primiero grazie ad un accordo raggiunto dall’Azienda di promozione turistica del Primiero e dal Centro di Documentazione Giornalistica di Roma.

I corsi saranno coordinati e gestiti dal Centrostudi Giornalismo e Comunicazione (www.giornalismoecomunicazione.it) dipartimento del Centro di documentazione Giornalistica dedicato alla formazione. Il Cdg è da oltre 47 anni leader nel settore dell’informazione e della comunicazione: è partner della Federazione nazionale della stampa italiana e dell’Ordine dei giornalisti.
Per l’Azienda (www.sanmartino.com) del Turismo di San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi l’idea rappresenta un formidabile veicolo promozionale: attraverso le attività del Centrostudi, la località potrà arrivare a migliaia di professionisti non solo nell’ambito strettamente giornalistico ma anche di altri settori (aziende, enti pubblici, ordini professionali ecc.).

A proposito di corsi di formazione, lasciateci raccontare piccola “curiosità occupazionale” che la dice lunga sulle aspettative dei nostri giovani ragazzi: la malga che abbiamo visitato è gestita da un eccellente malgaro rumeno (sì, avete capito bene, un signore proveniente dalla Romania) che ha però avuto la pazienza di imparare per vari lustri la tecnica dei vecchi malgari. Un segno dei tempi. Evidentemente, anche in questa zona, nessun ragazzo – anche disoccupato – preferisce rimanere tale (scorrazzando magari dietro alla ragazze sulla macchina di papà), piuttosto che lavorare il latte e il burro, come appunto hanno fatto generazioni di Trentini.

Non per nulla quest’estate sono state lanciate nuove niniziative lungo la “Strada dei formaggi”: per il secondo anno ci sono anche i “Cheesenic”, una kermesse di pic nic e merende eco-gustose nella splendida natura delle Dolomiti.
Ecco “inventato” il “nuovo gusto della vacanza”.
Infatti le scampagnate ai Piedi delle Pale di San Martino di Castrozza rappresnetano un susseguirsi di profumi e sapori unici lungo – appunto- la “Strada dei formaggi delle Dolomiti”. Le giornate dedicate alle attività all’aria aperta o all’insegna del benessere e del relax sono intervallate da succulente soste enogastronomiche alla scoperta dei piatti e dei prodotti tipici delle zone di montagna, rivisitati dai creativi cuochi di malghe, ristoranti ed agriturismo (alcuni – specie quelli “d’antan” – veramente eccellenti: provare per credere!!!).

La tradizione casearia porta in tavola formaggi unici, dal Nostrano di Primiero alla Tosèla, passando appunto per il Botìro di Primiero di Malga, pregiato burro presidio Sloow Food. Tra gli eventi enogastronomici da segnare in calendario ricordiamo l’appuntamento con #Albeinmalga, che fa tappa nella Valle del Vanoi il 9 agosto e la rassegna I Rifugi del Gusto, che dal 20 settembre al 10 ottobre permetterà agli ospiti dei rifugi aderenti di gustare deliziosi piatti che esaltano le produzioni locali, non senza aver prima brindato con un buon calice di Trento Doc. Si rinnoverà l’appuntamento anche con la Festa del Canederlo a Imèr dal 6 al 7 settembre, con la Festa delle Brise, organizzata nella Valle del Vanoi dal 12 al 14 settembre e con la Gran Festa del Desmontegar, che dal 25 al 28 settembre vedrà l’intero territorio salutare il rientro del bestiame dall’alpeggio, in una girandola di colori e sapori che concluderà nel migliore dei modi l’estate 2014.

Franco Vergnano
per Newsfood.com

 

Leggi Anche
Scrivi un commento