Se la madre è severa, il bimbo è a rischio obesità

Se la madre è severa, il bimbo è a rischio obesità

Coccole baci, ed attenzioni delle madri non sono solo questione di cuore: i bambini con genitrici severe ed avare di affetto hanno una salute inferiore ed un aumentato rischio obesità.

L’avviso è contenuto in una ricerca dell’Università dell’Ohio (USA), dalla dottoressa Sarah Anderson e pubblicata su “Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine”.

Il gruppo della Ohio State si è basato su 6.650 bambini, presi in esame con le rispettive madri dai 24 mesi fino ai 7 anni circa. Durante, il periodo gli esperti hanno registrato sia
alimentazione che comportamenti della coppia. In particolare si dava spazio alle manifestazioni di affetto dato-richiesto, come i pianti del bambino e le carezze della madre.

Alla fine, è così emerso come i bambini privi di affetto fossero caratterizzati da un indice di massa corporea significativamente superiore alla media di età e sesso. Ed il
dato risultava valido anche eliminando possibili fattori di disturbo.

La dottoressa e la sua squadra quantificano la questione: l’età cruciale sono i 24 mesi. Se in quel periodo il piccolo riceve poche manifestazioni d’affetto, la propensione
all’obesità dopo i 4 anni e mezzo è del 30% rispetto ai coetanei più coccolati.

Per gli esperti, il fenomeno viaggia su due binari.

Vi è in primis il binario fisico: la mancanza di affetto genera sindrome da stress, i cui sintomi sono paura, rabbia ed ansia ricorrente. Tali sintomi attaccano il cervello, indebolendo
le regioni deputate al controllo di fame e senso di sazietà: risultato, il soggetto trova difficile controllarsi nel momento della tavola.

Poi il binario psicologico: la mancanza di affetto provoca una sensazione d’infelicità ricorrente, a cui avanti negli anni si cerca di rimediare consumando cibi “piacevoli”, ricchi di
zuccheri.

In generale, conclude la dottoressa Anderson, “Le risposte del bambino agli stimoli stressanti si formano nella prima infanzia nel contesto delle interazioni con i genitori, e un legame sicuro
è un indicatore del fatto che il bambino ha sviluppato sane emozioni e risposte allo stress”.

FONTE: S. E. Anderson, R. C. Whitaker. Attachment Security and Obesity in US Preschool-Aged Children. Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine, 2011; 165 (3): 235 DOI:
10.1001/archpediatrics.2010.292

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento