Scarse conoscenze di educazione alimentare per gli adolescenti europei

Scarse conoscenze di educazione alimentare per gli adolescenti europei

Recentemente sono stati pubblicati gli ultimi risultati di uno studio condotto in 10 città europee, tra cui anche una città italiana, soprannominato HELENA (Healthy Lifestyle in
Europe by Nutrition in Adolescence). I ricercatori hanno classificato le conoscenze in materia di nutrizione e di educazione alimentare di ben 3546 adolescenti europei, di età
compresa tra i 12 e i 17 anni.

Dallo studio è emerso che le conoscenze nutrizionali delle ragazze sono superiori rispetto a quelle dei ragazzi e che gli adolescenti immigrati o con madri immigrate hanno idee sbagliate
sul contenuto in zuccheri di cibi e bevande. Inoltre i livelli di conoscenza sulla nutrizione degli adolescenti risultano strettamente correlati con il grado di istruzione di entrambi i
genitori.

I livelli di consapevolezza nutrizionale più bassi sono associati ad un peso più elevato solo nelle ragazze, ma non nei ragazzi. Inoltre da questo studio è emerso che nelle
zone dove esiste una maggiore consapevolezza da parte degli adolescenti sull’alimentazione, come in Austria, è più elevato il consumo di verdure, di frutta e di fibre.

Invece in Spagna il consumo di frutta è inferiore ai livelli raccomandati, mentre in Germania il consumo di verdura e ortaggi è al di sotto delle quantità auspicabili per gli
adolescenti, mentre il consumo di carne, insaccati e cibi confezionati è superiore rispetto ai livelli indicati dalle linee guida.

In definitiva i risultati dello studio hanno evidenziato che le conoscenze sull’alimentazione degli adolescenti europei sono troppo scarse e che dovrebbero essere messi in atto interventi
di educazione alimentare e di prevenzione già in giovane età, ad esempio distribuendo pasti sani nelle mense scolastiche.

Fonti: www.helenastudy.com


Dott.ssa Maria Rosaria Baldi – Nutrizionista Napoli

Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento