Savona: Primo convegno provinciale su Pesca e Ambiente

Savona: Primo convegno provinciale su Pesca e Ambiente

 

Sabato 15 novembre a partire dalle ore 9,30 presso i Chiostri di S. Caterina a Finalborgo, si terrà il primo convegno provinciale dal titolo «Pesca e Ambiente»
organizzato dall’assessorato alla pesca della Provincia di Savona.

«Si tratta del primo corso di formazione a livello provinciale rivolto ai pescatori e a tutti gli appassionati per conoscere il mondo dei corsi d’acqua e in generale capire
e apprezzare il territorio e l’ambiente in cui si va a pescare, spiega l’assessore provinciale Carlo Scrivano che ha sottolineato come il ruolo della Provincia non debba essere
limitato soltanto ad una competenza di immissione del pesce per tutelare la fauna ittica».

Tra gli argomenti trattati dal corso le tecniche di pesca tra cui la pesca «no kill», ovvero la pratica che prevede il rilascio della preda immediatamente dopo la cattura.

«Questo particolare tipo di pesca – aggiunge Scrivano – era stato da tempo sollecitato dall’Enpa e da altre associazioni per la protezione degli animali e ha trovato sollecito
accoglimento, portando la provincia di Savona ad avere una notevole quantità di corsi d’acqua destinati appunto al no kill».

Il corso inizierà alle ore 9,30 e terminerà intorno alle ore 17.00. Durante la giornata interverranno come relatori il dott. Paolo Genta – responsabile ufficio parchi e
aree protette della Provincia di Savona sul tema «biodiversità negli ambienti acquatici» che tratterà il tema della tutela e salvaguardia degli organismi delle
acque dolci; il dott. Giacomo Querci – docente presso il dipartimento di scienze ambientali dell’università di Siena «G. Sarfatti» con un intervento dal titolo
«conservazione della trota macrostigma (di origine mediterranea) e miglioramento ambientale dei corsi d’acqua salmonidi»; sig. Pino Rosati, IBBF-TEAM con un intervento
dal titolo «lascialo crescere, crescerai anche tu» sul tema della pesca no kill e della possibilità di utilizzo di esche artificiali per una migliore salvaguardia e
liberazione del pescato; infine il Dott. Paolo Tardito, biologo e responsabile nazionale della didattica e formazione FIPSAS sul tema «evoluzione delle tecniche di pesca: pesca
conca, mosca, carp-fishing no kill».

A metà mattinata verrà offerto ai partecipanti un aperitivo a cura dell’istituto professionale per i servizi alberghieri «Migliorini» di Finale Ligure.

L’ingresso al convegno è libero e gratuito.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento