Sangue cordonale, in arrivo il primo sito italiano

Sangue cordonale, in arrivo il primo sito italiano

Il web ospita il primo portale italiano dedicato a raccogliere ed a fornire informazioni sul sangue cordonale e sulle cellule staminali ematopoetiche. Il tutto è disponibile nel sito
della Federazione Italiana ADOCES (Associazione Donatori Cellule Staminali) all’indirizzo https://www.adoces.it/donazione-sangue-cordone/.

Come spiegano gli esperti ADOCES (www.adoces.it), in base alle conoscenze mediche attuali la conservazione del sangue cordonale è l’unico
metodo sicuro per un eventuale utilizzo successivo delle cellule staminali, contro leucemia ed altre malattie del sangue.

Allora, è stato creato il sito, in grado di rispondere a diverse esigenze.

In primis, approfondire il tema della conservazione autologa, che in Italia viene effettuato solo da banche estere specializzate ed a pagamento. Di conseguenza, sono inoltre inseriti dati
relativi a donazioni e trapianti con esse effettuati, ma anche inerenti alle conservazioni autologhe ed al loro utilizzo (il dove ed il quando). A riguardo, viene indicato come ad oggi nessun
trapianto è stato realizzato con materiale conservato privatamente, con spiegazioni sul perché del fenomeno.

Più in generale, il sito offre pareri qualificati in materia di donazione, trapianti e conservazione del materiale biologico in esame. Leggendo, si potranno conoscere meglio sia le
meccaniche delle cellule staminali cordonali che le loro potenzialità terapeutiche.

Tali pareri provengono da diversi istituti scientifici, come GITMO – Gruppo Italiano Trapianti Midollo Osseo, di SIMTI – Società Italiana Medicina Trasfusionale e Immunoematologia, CNS –
Centro Nazionale Sangue e CNT – Centro Nazionale Trapianti.

www.adoces.it

https://www.adoces.it/donazione-sangue-cordone/

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento