San Giorgio a Cremano (NA): Progetto “Share your smile”

San Giorgio a Cremano (NA): Progetto “Share your smile”

San Giorgio a Cremano (NA) – Al via il progetto “Share your smile”, promosso dall’associazione Callysto Arts con il patrocinio della Città di San
Giorgio a Cremano ed il finanziamento dell’Agenzia Nazionale per i Giovani attraverso il Programma Gioventù. L’Agenzia, riconosciuto l’alto valore e le finalità del progetto ha
inteso finanziare tale attività progettuale perfettamente in linea con gli obiettivi e le finalità fissate dalla Commissione Europea in un ottica di stretta sinergia e
collaborazione con le amministrazioni locali. Venti giovani provenienti daRomania , Repubblica Ceca, Portogallo e Slovenia risiederanno fino al prossimo 23 marzo nella foresteria di villa Bruno.

“Nell’anno del Dialogo Interculturale – spiega l’assessore alle Politiche Comunitarie Giorgo Zinno – l’Europa continua la sua strada verso il suo consolidamento, rimuovendo quegli ostacoli che
ne impediscono la crescita e lo sviluppo. L’espressione culturale rappresenta una delle chiavi per una reciproca conoscenza e la cooperazione, in tal senso, può contribuire a rafforzare
l’identità dei singoli e dei gruppi in un contesto di rilevanza transnazionale. Il Dialogo Interculturale permette di raggiungere questi obiettivi non solo in virtù della forza e
della libertà delle espressioni culturali, ma anche grazie al coinvolgimento di tutti i livelli della società nel processo creativo.”

“L’idea del progetto “Share your smile” – spiega il presidente dell’associazione Callysto Arts Francesco Micera – nasce, da un lato dalla necessità di entrare in sintonia con l’anno
europeo del Dialogo Interculturale, attraverso attività che mirino ad ampliare le conoscenze dei partecipanti attraverso la nonformal education e l’intercultural learning, dall’altro dal
bisogno di offrire ai partecipanti l’opportunità di entrare in contatto con alcuni aspetti della cultura partenopea che, nella maggior parte dei casi viene esportata solo attraverso
stereotipi convenzionali che tendono a nascondere l’anima e lo spirito napoletano. L’ obiettivo è quello di mettere in risalto i valori della tradizione piuttosto che le classiche icone
folcloristiche, proponendo così un’immagine della città differente da quella comune e lontana da quella proposta dai mass media negli ultimi tempi.”

“Il progetto – racconta l’assessore alle Politiche Giovanili Renato Carcatella – prevede il pieno coinvolgimento dei partecipanti sia per quanto riguarda lo svolgimento delle attività
interne che quelle esterne:  è prevista una giornata in cui i ragazzi dovranno relazionarsi alla comunità locale per svolgere il loro programma. In tal modo il progetto
potrà impattare non solo su di loro, ma anche sul territorio.

Altre attività saranno incentrate  sull’Approaching Theatre e la Street Art, in senso stretto ci saranno due giornate in cui ai ragazzi verrà data la possibilità di
cimentarsi in esercizi di giocoleria e mimo corporeo, al fine di migliorare la consapevolezza del proprio corpo e delle loro azioni per poi, in un secondo momento, entrare in un’ottica
più complessa, ovvero quella del teatro.”

Nel progetto è prevista la creazione di un gruppo di discussione MSN, grazie al quale il team costituito durante il periodo delle attività potrà continuare a comunicare e
scambiarsi informazioni su eventuali progetti e richieste di partenariato. Inoltre i risultati del progetto verranno diffusi ed utilizzati per promuovere ulteriori progetti a livello locale ed
europeo.

Leggi Anche
Scrivi un commento