Salute e varietà: ecco la dieta a colori con frutta e verdura

Salute e varietà: ecco la dieta a colori con frutta e verdura

Quando si sceglie un’alimentazione sana, a volte la quantità va a scapito della qualità. Il consumatore infatti, tende a privilegiare determinati cibi (contenenti determinati
nutrienti) a scapito di altri, rischiando così di non riuscire a mantenere un equilibrio globale.

Questo è quanto emerge da una ricerca (denominata America’s Phytonutrient Report) condotta per conto dell’azienda americana Nutrilite e riportata da “Nutrilite Health Institute”.

Il team di studiosi ha osservato l’alimentazione dei cittadini USA, tramite due banche dati: il National Health and Nutrition Examination Surveys (NHANES) e l’USDA, una raccolta d’informazioni
sul menù quotidiano degli abitanti del Nuovo Mondo.
Successivamente, gli investigatori hanno espresso i risultati del loro lavoro dividendo i vari tipi di frutta e verdura per colore: verde, rosso, bianco, blu e viola, giallo e arancione. E’
diventato così evidente come alcuni colori fossero meno amati: il più carente era il blu/viola (88%) seguito dal bianco (86%); giallo/arancio (79%) e rosso (78%).

Tutto questo non è solo una questione cromatica: dare meno spazio del necessario ad una determinata categoria vuol dire impedire al corpo di assumere elementi utili, detti fitonutrienti,
per il benessere.

Spiega il dottor Stephen Fortmann, direttore dello Stanford Prevention Research Center presso la Stanford University (Usa): “Molti fitonutrienti sono potenti antiossidanti che possono
contribuire a combattere i danni causati alle cellule del nostro corpo nel corso del tempo che può portare a invecchiamento precoce e la malattia”.

Per evitare tali inconvenienti, perciò, i ricercatori della Nutrilite hanno creato la dieta dei colori, per aiutare il consumatore ha dare il giusto spazio a tutti i frutti e le
verdure.

SITO della Nutrilite

Per maggiori informazioni:

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento