Saluggia: stazione fatiscente

Saluggia ( Vercelli ), 15 Novembre 2007 – «La stazione ferroviaria è parte integrante di una città. Rafforzarne il legame con i cittadini e le loro esigenze è
un modo per restituire un’identità a questo luogo che va utilizzato e rispettato», sono le parole del sindaco Marco Pasteris che fin dall’inizio del suo mandato amministrativo
aveva posto l’accento sulle condizioni della stazione ferroviaria di Saluggia, vittima di precarie condizioni igieniche e di numerosi disservizi (obliteratrici guaste, tabellone elettronico
fuori uso con conseguente mancanza di informazioni per gli utenti).

Disagi che rendono necessario un tempestivo intervento da parte del governo regionale. Per individuare urgenti misure atte a migliorare il servizio per la clientela Pasteris ha scritto alla
Regione Piemonte ottenendo una soddisfacente risposta dall’Assessore ai Trasporti Daniele Borioli. Una risposta che è al tempo stesso un impegno di Borioli ad effettuare un sopralluogo
della stazione il 22 novembre alle ore 14. Con l’Assessore regionale prenderanno parte all’incontro anche il direttore della Direzione Territoriale Trenitalia ingegner Claudio Teti e il
direttore della Divisione Movimento R.F.I. ingegner Lorenzo Livrieri.

Spiega Pasteris con soddisfazione: «Tutto questo nasce dalla ferma volontà dell’amministrazione saluggese di riattivare un servizio rivolto ai cittadini, ma che al tempo stesso
è anche un segmento importante della clientela dell’azienda Trenitalia. I viaggiatori si devono sentire un po’ a casa quando utilizzano la nostra stazione, Aspetti che transitano da una
civile accoglienza e funzionalità che sono gli strumenti più adatti a combattere il degrado».

Sull’incontro con Borioli Pasteris spiega: «Toccherà con mano la situazione di degrado, ma comunque poi spetterà alla nostra amministrazione esercitare un’azione di stimolo
costante nei confronti della Regione. Nell’ottica ovviamente della salvaguardia dei pendolari e della viabilità».

Leggi Anche
Scrivi un commento