Nuovo orario dei treni sulla linea Porrettana

Bologna – Il vicepresidente della Provincia con delega alla Pianificazione territoriale e ai Trasporti, Giacomo Venturi, appoggia l’iniziativa dei sindaci di Porretta Terme, Gaggio
Montano, Granaglione, Lizzano in Belvedere e Castel di Casio contro il nuovo orario dei treni della linea Porrettana e dichiara quanto segue.

“La decisione di Trenitalia non corrisponde agli accordi e anzi testimonia una volta di più una non adeguata attenzione al problema dei pendolari e del trasporto ferroviario locale, i
disagi patiti dagli utenti durante i mesi estivi dello scorso anno erano funzionali ad una riqualificazione della linea che doveva permettere una migliore qualità del servizio compresi i
tempi di percorrenza.
Non è accettabile un comportamento che, da un lato, firma accordi per il Servizio Ferroviario Metropolitano, e dall’altro, ad ogni cambio di orario peggiora leggermente le condizioni del
servizio che viene fornito sulle sue direttrici.
Due minuti in più possono sembrare niente, ma l’esperienza ci dice che questa nuova misura non garantirà la puntualità e un’adeguata qualità del servizio.

Come Provincia accettiamo il ruolo di controparte che i sindaci e i comitati degli utenti ci assegnano: siamo il loro ente di riferimento e non ci sottraiamo alle nostre responsabilità,
non accettiamo però di fare da parafulmine a problemi creati da altri soggetti. Ribadiamo che Ferrovie deve dedicare al Servizio Ferroviario Metropolitano un’attenzione e un
impegno maggiore e rispettare le condizioni di servizio che ha
sottoscritto; ribadiamo inoltre che il Governo deve sottoscrivere al più presto il nuovo accordo per l’SFM che abbiamo firmato con la Regione e Trenitalia a giugno. Ai comitati degli
utenti, ai Comuni interessati, alla Regione Emilia-Romagna lanciamo fin d’ora l’appello a fare fronte comune contro una decisione che non è motivata allo stato dei fatti da nessuna
ragione tecnica plausibile e che anzi contraddice gli impegni presi dai vertici di RFI solo pochi mesi fa.”

Leggi Anche
Scrivi un commento