Roma, mini festival all'Inmp per parlare di migrazione e povertà

Roma – L’iniziativa ‘Uno sguardo dal ponte’, curata dalla regione Lazio e dall’Atcl, Associazione teatrale fra i comuni del Lazio, questa volta attraversa Ponte Garibaldi spingendosi
nel cuore del quartiere romano di Trastevere, fino all’Istituto San Gallicano, sede dell’Inmp, Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e il contrasto delle
malattie della povertà.

Qui, da domani al 10 maggio, si svolgerà la rassegna cinematografica ‘Stelle Vicine. Festival del Cinema’, quattro film per affrontare il tema delle popolazioni migranti e dei rapporti
fra popoli e culture diversi, introdotti dai ‘mediatori culturali’ dell’Istituto, «persone che lavorano con noi da 25 anni – ha spiegato Aldo Morrone, direttore dell’Inmp – giunti
all’Istituto perche’ malati, in fuga dal proprio Paese o sgomberati. Oggi rappresentano la punta di diamante della nostra attività».

Si inizia domani con ‘Nuovomondo’ di Emanuele Crialese, introdotto dalla mediatrice culturale argentina Adela Gutierrez; l’8 maggio sarà la volta di ‘In questo mondo libero’ di Ken
Loach, introdotto da Danuta Gaszowska (Polonia); il 9 maggio di ‘Sicko’ di Michael Moore, introdotto da Aldo Morrone; il 10 maggio di «Babel» di Alejandro Gonza’lez Ina’rritu,
introdotto da Saliha Belloumi (Algeria). La rassegna sara’ anche l’occasione per presentare il progetto ‘Racconti dal sottosuolo’, un documentario in corso di lavorazione realizzato dall’Atcl
con gli studenti della scuola di cinema ‘Roberto Rossellini’, che sarà presentato a Roma a fine giugno.

Protagonisti del documentario, sei storie di migrazione, racconti di disagio, di fuga, di lontananza raccontate dagli stessi mediatori culturali dell’Istituto, «uno spaccato di questa
realtà che si sposta – ha spiegato Giulia Rodano, assessore alla Cultura, Spettacolo e Sport della regione Lazio – persone che all’Inmp hanno trovato un luogo nel quale ridare un senso
alla propria origine e al viaggio intrapreso che, spesso, ha invece un esito di disperazione e sconfitta».

«Con questo piccolo festival – ha aggiunto la Rodano – abbiamo pensato di accendere un faro sulla questione della povertà e dell’emigrazione attraverso il cinema: il film di
Crialese, con la sua idea di emigrazione come affermazione di dignità; il film di Loach, nel quale il capitalismo occidentale dimostra di non essere sempre il miglior modo di vivere;
‘Babel’ con il principio dell’effetto farfalla, secondo il quale quello che accade in una parte del mondo può avrà ripercussioni altrove».

Appuntamento, dunque, in via San Gallicano 25A con il mini festival ‘Stelle Vicine’ a ingresso gratuito. le proiezioni iniziano alle ore 18.30.

Leggi Anche
Scrivi un commento