Roma: La Grappa Veneta avrà una carta d'identità con tanto di disciplinare

Roma – Presto una carta d’identità per la Grappa veneta, con tanto di disciplinare di produzione e certificazione. In base ai primi studi effettuati, il distillato ha una
sua caratterizzazione e composizione che la distinguono dalle grappe delle regioni confinanti.E’ quanto emerge da una ricerca condotta su 10 distillerie rappresentative del territorio
regionale, con analisi condotte su 36 campioni di grappa grezza.

“E’ un progetto molto importante per i produttori veneti – afferma il presidente dell’Istituto Grappa Veneta, Alessandro Maschio, spiegando che – identificare le caratteristiche
chimiche e organolettiche della grappa, creare un panel, una commissione di assaggio per valutare le principali caratteristiche sensoriali, ci avvicina alla certificazione della Grappa
Veneta, il cui obiettivo è tutelare e valorizzare il prodotto regionale con benefici per consumatori, produttori e per l’immagine della regione stessa”.

La ricerca, condotta nell’ambito del progetto Valgrave (Tutela e Valorizzazione della Grappa Veneta) in collaborazione con Istituto Grappa Veneta, Veneto Agricoltura, Unione Italiana
Vino e Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa, prevede anche la formazione di un panel di degustatori per definire le principali caratteristiche sensoriali della Grappa Veneta, che
durante questo primo step di ricerca, ha visto la partecipazione di esponenti dell’Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento