Rischio di cancro al polmone: fumare uno spinello equivale a venti sigarette

Il consumo di cannabis incrementa il rischio di cancro al polmone, secondo uno studio condotto da un gruppo di scienziati neozelandesi, il fumo di uno spinello equivale a quello di venti
sigarette.

Insomma, un motivo in più per smettere, perché se in passato alcuni studi avevano certificato il legame tra spinello e tumore al polmone, per la prima volta viene dimostrato
l’altissimo grado di rischio. In un articolo pubblicato su European Respiratory Journal, gli scienziati del Medical Research Institute della Nuova Zelanda affermano che la maggiore
pericolosità della cannabis rispetto al tabacco deriva da una presenza doppia di sostanze cancerogene, come gli idrocarburi aromatici policiclici. Inoltre, anche la modalità con
cui si fuma lo spinello ha una sua incidenza, perché solitamente non si fa uso di un filtro adeguato.

«I fumatori di cannabis – sostiene Richard Beasley, uno degli autori dello studio – inalano cinque volte il monossido di carbonio inalato dai fumatori di sigarette». Secondo i
risultati dell’analisi neozelandesi, chi fuma più di uno spinello al giorno per dieci anni, o due spinelli al giorno per cinque anni, ha 5,7 volte più probabilità di
sviluppare un tumore al polmone rispetto ai fumatori abituali di sigarette.

Leggi Anche
Scrivi un commento