Rientra l'allarme mozzarella di bufala

E’ costato mezzo milione di euro al giorno l’allarme della mozzarella di bufala alla diossina che ha scatenato una vera e propria crisi internazionale con pesanti ripercussioni sulla catena
della produzione.

Dopo il via libera dell’Unione europea la Francia ha revocato il blocco delle importazioni così come altri paesi che avevano adottato misure precauzionali. Singapore preferisce invece
mantenere, almeno per il momento il blocco delle vendite. Intanto il settore tira le somme dei danni subiti e il Codacons chiede che il Governo intervenga con un fondo di emergenza mentre la
regione Campania ha annunciato che stanzierà un milione e mezzo di euro per garantire la termodistruzione del latte di bufala risultato positivo ai controlli dei Nas.

Leggi Anche
Scrivi un commento