Reggia di Venaria: 1° Concorso Internazionale Attacchi di Tradizione

Reggia di Venaria: 1° Concorso Internazionale Attacchi di Tradizione

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Eleganza, cappelli e bellezza ed enogastronomia nel contesto regale nel 1° Concorso Internazionale di Attacchi di Tradizione svoltosi, sabato 5 e domenica 6 Luglio, alla Reggia di Venaria. Lo stupore della bellezza dei cavalli e delle carrozze da fiaba, per rivivere l’incanto della Reggia di Venaria  e del  Parco La Mandria.
Torino, Domenica 6 luglio,
si è conclusa alla Reggia di Venaria,  la gara di regolarità del 1° Concorso di Attacchi di Tradizione. Cavalli e carrozze, con grande abilità dei guidatori,  hanno percorso circa 12 km nel Parco della Mandria per raggiungere i Giardini della Reggia, dove li attendevano le prove.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

A partecipare più di 40 carrozze d’epoca (Landau, Milord, Calèche) e circa 100 cavalli (Frisoni, Andalusi, Hackney), impegnati in una kermesse che richiedeva  abilità di guida, perfezione, eleganza ed un pizzico di spirito competitivo. Le carrozze  ad attacco singolo (1 cavallo), pariglia (2 cavalli), tandem, tiro a 4,  hanno impegnato i  guidatori – cocchieri  ad eseguire complesse manovre di guida, in un percorso segnato e limitato, a seconda della  grandezza delle carrozze,  misurandosi  in manovre di  destrezza, prontezza di riflessi e precisione, requisiti essenziali, che due secoli fa erano necessari per districarsi nel traffico. Quindi, era importante anche saper: arretrare, condurre con una mano, voltare velocemente per evitare gli ostacoli,  bere e salutare togliendosi il cappello, il tutto, mentre la carrozza era in movimento.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nel pomeriggio di sabato 5 luglio, nei Giardini della Reggia, le carrozze  hanno eseguito un defilè, iniziando con la misurazione delle carrozze, e di seguito, al  giudizio di una Giuria internazionale, che ha valutato, in tre fasi di giudizio,  la qualità delle carrozze, dei cavalli, dei finimenti e dell’eleganza dell’equipaggio. Molte delle carrozze sono state condotte da “signore a cassetta” che hanno guidato i mezzi con grazia, destrezza ed eleganza. Infatti, gli equipaggi hanno onorato  il rito  dell’eleganza indossando: guanti, cappellini e parasole per le signore,  i bambini in pantaloncini e camicie con i volant. I Groom della scuderia, con stivali e cilindro e sempre attenti alle necessità dei cavalli e alle richieste del cocchiere, rigorosamente  in livrea e pronti a scendere e risalire dalla carrozza in movimento.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Moltissimi spettatori ed ospiti hanno sfoggiato colorati e sfiziosi cappelli che, si sono ben integrati nello splendido scenario della Reggia. Nella cornice della Galleria Grande è stata allestita una bellissima mostra di cappelli  a cura del modellista Luca della Rocca. L’evento si è chiuso con la cerimonia di premiazione, che oltre al 1° Trofeo “Reggia di Venaria”, consegnato dal Presidente Fabrizio Del Noce, è stato consegnato anche  il Trofeo delle Nazioni AIAT dalle mani del Barone Christian De Langlade, Presidente dell’Associazione Internazionale di Attacchi di Tradizione.

Il Presidente del Gruppo Italiano Attacchi Enzo Calvi, ha consegna a tutti i partecipanti un ricordo della manifestazione.
In questa occasione delle due giornate del 1° Concorso Internazionale di Attacchi di Tradizione, sabato 5 luglio, si è svolta la Festa dell’Eleganza, e nella terrazza del Caffè degli Argenti, durante il  cocktail si è brindato con  Tener Sauvignon Chardonnay Banfi. Nella serata, l’elegante e raffinato ricevimento di gala, svoltosi nel Gran Parterre della Galleria Grande,  i partecipanti e gli ospiti, hanno potuto gustare le delizie proposte dal cuoco Ezzeddine, del catering del ristorante La Bettola di  Carisio.

Tra le preparazioni: fassone affumicato con vin egrette ai fiori di campo; crocchette di branzino con mandorle e pistacchi; praline di ricotta ai tre aromi; risotto con verdure estive e robiola; riso con pistilli di zafferano e cristalli di liquirizia; spiedini di gamberi avvolti nello speck; spiedini di gorgonzola piccante con chicchi d’uva e molto altro. La serata è proseguita con tanti giovani che hanno aderito alla serata danzante Live.

Ulteriori Info su:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA www.lavenaria.it.

Adriana Cesarò
Inviata Speciale 
Newsfood.com
Nutrimento&nutriMENTE

Leggi Anche
Scrivi un commento