Prodi a Lisbona per firma nuovo trattato UE

Il presidente del Consiglio, Romano Prodi, partecipa, giovedì 13 dicembre, alla firma del nuovo trattato dell’Unione Europea, a Lisbona, su richiesta del Consiglio europeo del giugno
2007, la conferenza intergovernativa (CIG) del 2007 ha elaborato un nuovo trattato di riforma per consentire all’UE di affrontare le sfide del XXI secolo e sfruttare appieno le proprie
potenzialità. I rapidi cambiamenti del mondo in cui viviamo, l’emergere di nuovi attori nel panorama internazionale, chiedono all’Europa la capacità di un rapido adattamento. Il
trattato si concentra dunque sull’esigenza di modernizzare e riformare l’Unione Europea.

Intende, in particolare, rendere l’UE più democratica – per rispondere alle attese dei cittadini europei, specie per quanto riguarda elevati livelli di responsabilità, apertura,
trasparenza e partecipazione – e più efficiente e capace di affrontate le sfide che attualmente si pongono a livello mondiale, come il cambiamento del clima, la sicurezza e lo sviluppo
sostenibile.

La ratifica del Trattato comporterà, inoltre, una serie di cambiamenti significativi nelle istituzioni europee. Una di queste è, ad esempio, la modifica della durata della
presidenza europea, che passerà dagli attuali 6 mesi ai due anni e mezzo, rinnovabili una sola volta.

Il testo definitivo del trattato è stato approvato durante il Consiglio europeo informale di Lisbona del 18 e 19 ottobre 2007. Alla firma farà seguito il processo di ratifica in
tutti i 27 paesi. Il nuovo trattato dovrebbe entrare in vigore prima delle prossime elezioni del Parlamento europeo del giugno 2009.

Leggi Anche
Scrivi un commento