Processo Parmalat: Adusbef ammessa come Parte Civile

Adusbef, specializzata nel settore finanziario e del credito, è un’associazione seria,competente e rigorosa che si batte da oltre 20 anni in difesa dei diritti e della legalità
contro lo strapotere delle banche e del potere economico, ed è particolarmente lieta di essere stata ammessa oggi, come unica parte civile nel processo Parmalat di Milano.

I giudici che hanno valutato tale ammissibilità, sanno bene che hanno tutto da guadagnare nel processo, dalla serietà e dal rigore di un’associazione, che oltre a denunciare le
malefatte del potere economico,come nel caso del crack della Parmalat, porta la sua competenza tecnica e giuridica maturata in 22 anni di battaglie giudiziarie,dall’anatocismo al risparmio
tradito,ai crack finanziari.
Il crack della Parmalat, come si può leggere dagli atti giudiziari,è maturato anche per la negligenza e l’omessa vigilanza delle autorità di controllo,che non erano
riuscite a vedere come mai a fronte di liquidità riportate nei bilanci fittizi, venivano emessi piramidi di bond e scontate montagne di finte RIBA (Ricevute bancarie) per miliardi di
euro,senza alcuna copertura reale.

Le banche,ben conoscevano la situazione dell’azienda,ma come le autorità monetarie e le banche centrali con i prodotti derivati,hanno chiuso tutte e due gli occhi a fronte di una
moltiplicazione anomala di miliardi di euro di carta straccia fuori bilancio, emesse per dare coperture a spericolate operazioni finanziarie di banchieri biscazzieri,che prima o poi dovranno
risarcire i danni e cambiare mestiere.

Elio Lannutti (Presidente Adusbef)

Leggi Anche
Scrivi un commento