Premio Biol. L’olio biologico ha radici in Puglia

Premio Biol. L’olio biologico ha radici in Puglia

Largo all’olio d’oliva, italiano (sopratutto pugliese) e biologico. Dal 26 aprile si è infatti aperta a Bari la XV Premio Biol, manifestazione internazionale dedicata all’olivicoltura
biologica. Quest’anno, la kermesse presenta alcune novità aggiuntive, come corsi, convegni, nonché da un “Festival dell’Olivicoltura Etica e dell’Agricivismo”, con laboratori,
degustazioni e appuntamenti culturali. Il tutto tramite il patrocinio del Comune di Bari.

La scelta della cittadina pugliese non è casuale. Nel panorama l’italiano, la superficie bio della Puglia (i dati sono del dicembre 2008) copre più di 118.000 ettari, dando lavoro
a 5.371 imprese biologiche, di cui l’8% solo trasformatori e il 5% trasformatori-produttori.

Inoltre, la regione è capofila nella coltivazione dell’olio biologico, con 34.000 ettari dedicati.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento