Pragma: Indagine sugli italiani e i viaggi

Pragma: Indagine sugli italiani e i viaggi

Le informazioni provengono dall’indagine condotta trimestralmente da Pragma a partire da Febbraio 2011. Il suo obiettivo è rilevare su un campione di residenti in Italia, i viaggi
effettuati per motivo di vacanza con almeno un pernottamento, registrandone destinazione (Italia/Estero), tipo di alloggio, durata, insieme alle caratteristiche socio-demografiche delle
persone che viaggiano.

Principali risultati

A Febbraio il 22% degli intervistati dichiarava di aver effettuato negli ultimi tre mesi almeno un viaggio con pernottamento per motivi di vacanza, scegliendo principalmente quale destinazione
solo l’Italia (15%).

Il numero di pernottamenti registrati corrispondeva in circa la metà del campione intervistati ad una o più “Vacanze Brevi” (49%, da una a quattro notti).

Rispetto alla rilevazione effettuata a Febbraio 2011, va sottolineato il dato assolutamente stabile della percentuale di quanti hanno dichiarato di aver effettuato una vacanza nei tre mesi
precedenti, erano il 23% nel 2011 sono il 22% nel 2012.

Considerando la destinazione del viaggio, va sottolineata la continua crescita delle “vacanze tutte italiane”, 69%, ma anche il riallineamento delle percentuali di chi ha scelto la vacanza
all’Estero con il dato di Febbraio dello scorso anno, 26%, corrispondente a quella quota, apparentemente stabile, d’Italiani che sceglie il caldo fuori stagione o approfitta del periodo di
Natale per visitare una città straniera. Decisamente in calo invece la percentuale di quanti hanno potuto permettersi almeno una vacanza in Italia ed una all’Estero (5% vs il 12% dello
scorso anno).

Analizzando le caratteristiche socio-demografiche del campione intervistati a Febbraio, risulta che i Viaggiatori sono soprattutto uomini, 62% vs il 38% di donne, sono gli adulti, il 50% degli
individui tra età compresa tra i 25 ed i 44 anni ed il 22% tra i 45 ed i 64. Significativo il dato dei giovani viaggiatori di età compresa tra i 18 ed i 24 anni, che rappresentano
un modesto 12%, inferiore anche al dato riguardante gli anziani, 16%. Da sottolineare anche come la vacanza interessi soprattutto la famiglia composta da tre/quattro persone, se il 54% di chi
ha dichiarato di aver fatto un viaggio vive con altre 2/3 persone.

Quanto alla residenza, al Nord gli intervistati che hanno effettuato un viaggio negli ultimi tre mesi sono quasi il doppio dei residenti al Centro, 47% vs il 25%, al Sud e nelle Isole il 28%.

Alla domanda sulla previsione di trascorrere un periodo di vacanza nei prossimi tre mesi, il campione intervistati ha dato una risposta positiva nel 29% dei casi, (Certamente Sì 14% e
Probabilmente 15% Sì).

Analizzando il dato dello scorso Febbraio, quando il 30% degli intervistati che avrebbe trascorso una vacanza nei prossimi tre mesi, troviamo ancora una volta percentuali assolutamente stabili,
ad ulteriore conferma che il panorama viaggi e vacanze degli Italiani non sembra mutare nel 2012.

Chi trascorrerà una vacanza nei prossimi tre mesi, afferma nel 64% dei casi di aver già deciso anche dove andrà in vacanza: in Italia soprattutto, 63%, ma con una
consistente quota di rispondenti che sceglie una destinazione Estera, 37%.

Quanto alla scelta dell’alloggio, prevalgono le strutture ricettive collettive (62%)1, scelte in prevalenza da chi trascorrerà un periodo di vacanza all’Estero, rispetto agli alloggi
privati (35%)2, in calo anche presso coloro che scelgono una destinazione italiana.

1 Le strutture ricettive collettive includono: hotel, villaggio turistico, campeggio, camper/roulotte, agriturismo, ostello, nave crociera, altra struttura.
2 Gli alloggi privati includono: abitazione in affitto, abitazione di proprietà, abitazione di parenti o amici.

Simili le caratteristiche socio-demografiche di chi prevede di trascorrere un periodo di vacanza rispetto a quelle di chi lo ha già trascorso nei mesi passati: più equilibrato il
rapporto tra uomini e donne, pur rimanendo superiore la componente maschile, 53% contro 47%, simile percentuali di adulti, 39% degli individui tra età compresa tra i 25 ed i 44 anni ed
il 28% tra i 45 ed i 64, con un recupero dei giovani viaggiatori, 16%, in proporzione quasi uguale agli anziani, 17%, e soprattutto vacanza come fenomeno che pertiene al nucleo familiare.

Quanto alla residenza, aumenta ancora il divario fra il Nord e il Centro (51% vs 21%), con un Sud e Isole costante.

L’ultima domanda rivolta al campione intervistati che ha già deciso dove passerà un periodo di vacanza nei prossimi tre mesi, riguarda l’organizzazione del viaggio.

E’ noto che negli ultimi anni si è assistito ad un cambiamento nelle modalità di organizzazione del viaggio per cui anche gli Italiani si sono abituati ad informarsi, soprattutto
via web, e a prenotare per tempo, seppure forse in misura minore di altri europei, trovando nella prenotazione delle proprie vacanze uno degli accorgimenti più efficaci per riuscire a
risparmiare.

Tolto chi non si deve preoccupare di nessuna prenotazione di trasporto o alloggio, 19%, la percentuale di previdenti arriva al 37%: chi preferisce organizzarsi in tranquillità, per
usufruire di sconti, per avere più tempo a disposizione per pianificare il proprio viaggio ed avere a disposizione una scelta maggiore contro chi, il 44%, pensando ad una vacanza nei
prossimi tre mesi, ancora non si è preoccupato di nulla e magari pensa di approfittare di una offerta last minute.

NOTA INFORMATIVA: Indagine Pragma, realizzata a livello nazionale tra il 13 ed il 20 Febbraio 2012. Universo di riferimento: popolazione italiana maggiorenne residente. Campione casuale
rappresentativo dell’universo di riferimento; campionamento per quote di genere, classi di età, ripartizione territoriale e ampiezza centri. N=600. Metodo: interviste telefoniche con
sistema C.A.T.I. Elaborazione: Spss.

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento