Nutrimento & nutriMENTE

Piemonte: Presto a Dubai nascerà l’isola col clone di Portofino

Piemonte: Presto a Dubai nascerà l’isola col clone di Portofino

By Redazione

Vercelli – Il Made in Italy piace davvero molto negli Emirati Arabi. A Dubai fanno a gara per avere le boutique delle migliori marche italiane e per collaborare con i nostri guru del
lusso. E adesso ci vogliono anche copiare. Presto a Dubai potrebbe sorgere un’isola artificiale che assomiglia in tutto e per tutto alla nostra meravigliosa Portofino. L’idea, partorita dalla
fervida mente dello sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktum, è già un progetto con un costo dell’opera che si aggira sui 1.300 milioni di euro, 35mila abitanti previsti, 3 anni di
tempo per realizzare l’opera. Portofino insomma avrà la sua “copia” negli Emirati Arabi e condividerà l’isoletta artificiale fianco a fianco con alcune altre località di
grido per bellezza e mondanità, come la francese Saint Tropez.

La notizia non è piaciuta un granché al Presidente del Consiglio Provinciale Pietro Bondetti, che dopo aver letto sui giornali della probabile clonazione teme che la mente degli
sceicchi del Golfo Persico possa partorire qualche altro strampalato fac-simile.

“Ciò che sta accadendo, oltre ad essere di pessimo gusto, è al tempo stesso preoccupante. Ora copiano Portofino, ricostruendola pezzo dopo pezzo. E in futuro? Rifaranno l’Italia a
Dubai? Magari inserendoci il Sacro Monte di Varallo, il Sant’Andrea di Vercelli e il villaggio Walser della frazione Pedemonte di Alagna? Tutto questo è sconcertante.

A questi signori del petrolio vorrei ricordare che l’identità, intesa come sintesi tra memoria storica, senso di appartenenza e radicamento alla terra, tra coscienza e orgoglio della
tradizione, tra rivendicazione di un patrimonio che ci è proprio e di cui siamo eredi e la consapevolezza di essere parte di una civiltà, rappresenta, il valore di riferimento per
ridare forza e dignità all’orgoglio nazionale”.

Ma che c’entra il celebre borgo ligure con la metropoli simbolo della grandeursaudita? “Non centra assolutamente nulla- prosegue Bondetti – anche perché, pur con tutto il denaro del
mondo non sarà mai possibile ricostruire a Dubai l’atmosfera romantica di Portofino. Dico quindi stop alla clonazione, perché di questo si tratta. Dalla pecora Dolly alle opere
d’arte cambia davvero poco. Qui si corre il rischio di creare mostri. Mi impegnerò, se sarà il caso, anche sotto l’aspetto politico, chiedendo una moratoria alla clonazione
artistica perché pericolosa e irresponsabile”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: