Piemonte: Altri 27 milioni di euro a Comuni ed Enti Locali sedi di impianti nucleari

Piemonte: Altri 27 milioni di euro a Comuni ed Enti Locali sedi di impianti nucleari

Vercelli – L’emendamento approvato ripristina a loro favore l’importo originario delle compensazioni del “Decreto Scanzano” che prevedeva un contributo pari a circa 39 milioni di euro
tra le Province ed i Comuni che ospitano i siti nucleari.

La finanziaria del 2005 aveva ridotto sensibilmente tale contributo, portandolo a 12 milioni di euro assegnando alla fiscalità generale i rimanenti 27, somma che era destinata agli Enti
locali.

L’emendamento approvato, a firma del senatore Zanetta, porta il prelievo fiscale a totale carico della componente elettrica A2 (destinata a coprire i costi della “decommission”) ripristinando
per ciò che attiene le compensazioni, la situazione determinatasi all’origine con il “Decreto Scanzano”.

Rosso, che è stato il promotore del “Decreto Scanzano”, e Zanetta, che ha presentato l’emendamento, hanno espresso soddisfazione per il voto “che avrà una ricaduta positiva per
tutti gli Enti locali interessati e soprattutto si creeranno le condizioni adeguate, in termini di compensazione, per la definizione e localizzazione del sito nazionale per i depositi delle
scorie nucleari. Le compensazioni suddette, in via definitiva, saranno destinate infatti ai territori che ospitano il sito nazionale”.

Leggi Anche
Scrivi un commento