Performances infra vitam e post mortem del bufalo da carne

Performances infra vitam e post mortem del bufalo da carne

In maniera molto sintetica si può affermare che i maschi bufalini, rallentando più precocemente la velocità di accrescimento, sono raffrontabili ai vitelloni bovini di
razza frisona fin quando il loro peso è inferiore a 4 quintali, fase in cui i soggetti delle due specie presentano:

  • incrementi giornalieri e indici di conversione degli alimenti che non differiscono in modo sostanziale (0.987 vs 0.949 kg/die, per i bovini e i bufali, rispettivamente); il bufalo fa
    comunque registrare minore resa al macello (60.5% vs 56.6%) a causa del maggiore peso di pelle, testa e zampi;
  • percentuale analoga di carne nelle carcasse (circa 62%), in quanto nei bufali si è registrato una minore incidenza delle ossa (16.9% vs 20.2%), ma una maggiore presenza di grasso
    (21.2% vs 18.1%). Il tessuto adiposo si distribuisce, tuttavia, in maniera differente: nel bufalo, infatti, nettamente minore è il grasso intramuscolare, e di contro superiore quello di
    copertura.

Leggi Anche
Scrivi un commento