ParmaDolceAmore.it: come fare pubblicità ad un prodotto alimentare

ParmaDolceAmore.it: come fare pubblicità ad un prodotto alimentare

Internet sta mettendo in discussione, ed in confusione, tutte le strategie di marketing.
In confusione sono le aziende produttrici in quanto i mezzi “classici”, a partire dalla TV, non danno più un ritorno adeguato agli investimenti economici e di risorse umane, profusi.
Anche le agenzie pubblicitarie, oltre a doversi accontentare di budgets e royalties più ridotti, devono fare i conti con la rivoluzione dei numeri del mercato.
E’ in atto una frammentazione incontrollata dei consumatori ed i dati di “ascolto” difficilmente danno un quadro reale degli “utenti” di un determinato mezzo di comunicazione.
Prendiamo il caso di un professionista della comunicazione che si è addirittura inventato un blog per promuovere l’azienda committente, produttrice di prosciutti.

L’idea è buona e denota la volontà di Mario Romanelli della Advertigo srl -un tecnico della comunicazione che conosce bene il mondo del web, la forza dei vari Social Network- a
voler risolvere il problema di comunicazione.
Advertigo s.r.l.
Viale A. Diaz 2/a
52037 Sansepolcro (AR)
info@advertigo.it
 
Romanelli sa benissimo che il Blog, affinchè possa portare ritorni diretti, dovrebbe essere gestito e curato con grossi interventi di risorse, senza interruzioni.

Da buon comunicatore ha pensato di “sfruttare” la novità del  nuovo canale del blog, inteso come nuovo mezzo di comunicazione aziendale nel settore alimentare, per avere spazi sui
mezzi di comunicazione, a costo zero, tramite il collaudato sistema del comunicato stampa via email e dell’effetto domino che può creare, almeno nella fase iniziale.
Non possiamo certo sapere i risultati della campagna ma un risultato lo ha sicuramente ottenuto: un articolo su Newsfood.com ed un servizio sull’azienda dei prosciutti che andremo a fare a breve
(con il consenso dell’azienda, ovviamente).

Newsfood.com+Web TV non sarà il Corriere della Sera e neppure la RAI ma i suoi dati sono certificati AUDIWEB (oltre 300.000  unici/mese) ed i lettori, per il 75% arrivano su
Newsfood attraverso le parole che hanno digitato su Google.
Il consumatore sta cambiando, in particolar modo il consumatore è più attento alla sua salute ed a quella dei suoi cari.
Vuole sapere cosa mangia, vuole imparare a leggere le etichette, in pratica: vuole essere informato!
A proposito l’azienda è la Badia, con stabilimenti anche in Umbria e  Toscana

Fa parte del Gruppo Alimentare Valtiberino (Salumificio Valtiberino, Prosciuttificio Valtiberino, Dolce Norcineria Salumificio Umbro, La Badia Prosciutti, Prosciuttificio Gozzi)

(Uno sguardo al sito ufficiale di  www.la-badia.it )
Nel cuore dell’area produttiva tutelata dal consorzio del Prosciutto di Parma, Marchio affermato in tutto il Mondo, sorge una realtà importante: il prosciuttificio “La badia” il primo
stabilimento del settore a dotarsi di una tecnologia fortemente all’avanguardia e ad automatizzare l’intera produzione. Proprio grazie ai potenti mezzi tecnologici, i prosciutti “La Badia” sono
prodotti a qualità certa e garantita: dalla scelta delle carni migliori, rispondenti ai rigorosi parametri del consorzio alla stagionatura lenta e in atmosfera controllata. La
qualità dei prodotti nasce, prima di tutto, dall’elevata qualità dei processi, che “La Badia” affida a un “Fuoco incrociato” di controlli: i più sofisticati sistemi
elettronici assicurano un monitoraggio completo e costante delle condizioni degli ambienti di lavorazione e dei prodotti, la professionalità e la passione personale altamente qualificato
aggiungono il prezioso contributo dell’esperienza e di una cura attenta e paziente. L’evoluto sistema produttivo, arricchito dell’abilità tipica dei “Norcini” antiche depositari delle
più sapienti tecniche di lavorazione delle carni, fa di “La Badia” un marchio sinonimo di qualità eccellente e di rispetto della tradizione “La Badia” è anche una rete
distributiva ampia ed efficiente, in grado di consegnare intatta al consumatore italiano ed europeo la genuinità tipica della migliore tradizione emiliana.

Redazione Newsfood.com

 
Ecco il Comunicato Stampa
Dopo il lancio del blog e la campagna stampa su La Nazione, il Resto del Carlino, Il Messaggero, Il Giornale e Il Tempo l’iniziativa Parma Dolce Amore anche su Facebook e Flickr
28/08/2010 – E’ trascorso quasi un mese dal lancio del BLOG Parma Dolce Amore e i primi risultati si vedono.

Oltre 5.000 pagine visitate in questo caldo mese di Agosto e molto
materiale è giunto alla redazione del blog sulle bellezze gastronomiche, culturali e ambientali di Parma.

Sono state postate in questi giorni foto, ricette e commenti nel blog
all’indirizzo https://www.parmadolceamore.it e per rendere pubblico e diffondere il materiale ricevuto sono stati attivati:

- una pagina facebook per tutti coloro che vivono il social
network più popolare, questo è l’indirizzo: https://www.facebook.com/pages/Parma-Dolce-Amoreit/147782808574814?ref=ts#!/?ref=logo ;

- un profilo Flick, il popolare social
dedicato alla condivisione di foto, per rendere pubblico anche il materiale che per ora non è stato possibile pubblicare. l’indirizzo : https://www.flickr.com/photos/parmadolceamore/
.

Se ti piace scrivere storie, racconti o poesie…
sei un fotografo o un disegnatore…

Il Blog Parma Dolce Amore.it promosso dal Prosciuttificio La Badia è il
posto giusto dove postare il tuo contributo.

Link di approfondimento: Il Blog Parma Dolce Amore.it

ParmaDolceAmore.it è un progetto aperto, un blog in continua evoluzione in cui il tuo contributo è fondamentale. Naviga nelle foto, leggi i testi e costruisci con noi un percorso
di scrittura multimediale collettiva.

Come puoi collaborare – Commenta direttamente nel blog le nostre foto-storie, oppure inviaci il tuo contributo e noi lo pubblicheremo: un testo, una foto, un video o un disegno a questo
indirizzo di posta info@advertigo.it.

Parma Dolce Amore.it è un progetto Prosciuttificio La Badia.

Via Cavo 22  S. Michele Cavana

43037 Lesignano de’ Bagni (Parma)
TEL. 0521/853830

FAX 0521/853897 

 info@la-badia.it

Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento