FREE REAL TIME DAILY NEWS

Paolo Bruni e il Vino della Pace di Cormons a Vinitaly 2014 (Video)

Paolo Bruni  e il Vino della Pace di Cormons a Vinitaly 2014 (Video)

By Giuseppe

Vinitaly 2014, Stand Cantina Produttori Cormons che quest’anno ha voluto fare una fratellanza tra i vini friulani con la Cucina della Puglia, la cucina contadina della Daunia di Peppe Zullo.

Paolo Bruni Presidente CSO è uno dei massimi esponenti dell’ortofrutta ci racconta il Vino della Pace di Cormons.
Lancia anche un appello affinchè il settore vitivinicolo trovi il modo di amalgamarsi per creare una grande struttura capace di affrontare adeguatamente i mercati mondiali. Non basta la qualità del prodotto, è indispensabile anche un sistema come quello dell’ortofrutta.

Intervista di Giuseppe Danielli-
Il Vino della Pace.
A Cormons el 1983  il maestro vignaiolo Luigi Soini è riuscito a coronare il suo sogno: la vigna del mondo dove i vitigni provenienti dai cinque continenti sono stati messi a dimora. Dopo un paio di anni, nel 1985, con la prima vendemmia (cinquecento persone, tra cui 70 bambini nel Collegio del Mondo Unito di Duino (TS) , in rappresentanza di 60 nazioni ) è nato il “Vino della Pace” come simbolo di fratellanza di tutti i popoli della Terra.

IL VINO DELLA PACE
Non lontano da Gorizia, lungo il fiume Isonzo si trova una terra rigogliosa e fertile, protetta a nord dalle Alpi Giulie e riscaldata dal benefico influsso del mare Adriatico dove la coltivazione della vite avviene dai tempi delle prime civiltà del Mediterraneo.
La cantina Cormòns da 40 anni produce vini eccellenti in questa terra  -che è anche cerniera di culture millenarie che coesistono in latino, slavo ,germanico-;  proprio qui nel 1983  il maestro vignaiolo Luigi Soini è riuscito a coronare il suo sogno: la vigna del mondo dove i vitigni provenienti dai cinque continenti sono stati messi a dimora. Dopo un paio di anni, nel 1985, con la prima vendemmia (cinquecento persone, tra cui 70 bambini nel Collegio del Mondo Unito di Duino (TS) , in rappresentanza di 60 nazioni ) è nato il “Vino della Pace” come simbolo di fratellanza di tutti i popoli della Terra.

Le uve sono “multietniche” ed hanno nomi che sanno di terre lontane, come il Syrah, Tulilah , Shurrebe, Pedral, Maizy. Ma ci sono anche i più noti Marzemino, Terrano, Merlot, Gamay, Ucelut: quasi seicento diversi tipi di uva fanno quel miracolo di Vino Unico che è il vino della Pace, un vino dolce, morbido e delizioso.
Un vino simbolicamente capace di far fare un girotondo di fratellanza a tutti gli uomini di buona volontà.

Ubbidendo alla natura non si sbaglia mai. La Cantina Produttori Cormòns ha tenuto fede a quest’assunto e il Rosänder è forse il risultato più raffinato: è un Pinot Grigio, vinificato assecondando il colore rosa-violaceo del suo grappolo, mutazione genetica del Pinot Nero. Senza forzare le sue origini è stato vinificato in rosso, usando il “Metodo Cormòns”, frutto dell’esperienza del Maestro cantiniere Luigi Soini: si tratta di un sistema di vinificazione a freddo che prevede la macerazione delle uve in una speciale pressa refrigerante che consente di estrarre tutti gli elementi polifenolici, le preziose sostanze antiossidanti e aromatiche, i sali minerali e ottenere un vino di elevatissime qualità organolettiche. La fermentazione avviene a temperatura controllata e il vino nuovo si affina poi per oltre sei mesi in grandi botti ovali della capacità di 9600 litri ognuna, realizzate con tre diverse essenze di quercia. La serie Rinascimento, Tocai Friulano, Malvasia Istriana, Pinot Bianco e Traminer,  rappresenta oggi il massimo risultato di questa metodologia produttiva che trae integri dall’uva gli elementi che fanno buono il vino.

CANTINA PRODUTTORI CORMONS
Via Vino della Pace, 31 – Cormons (Go)
Tel: 0481.60579/62471 Fax: 0481.630031
E-mail: info@cormons.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: