Paolo Bruni, Presidente Cogeca, a Bruxelles per la PAC

Paolo Bruni, Presidente Cogeca, a Bruxelles per la PAC

Il Cav. Paolo Bruni, Presidente Cogeca, a Bruxelles per la PAC

Ha ribadito la necessità di una rapida risposta ai problemi  dell’ortofrutta, e garantire, nel bilancio 2012 dell’Unione Europea, risorse supplementari
Risorse economiche europee per l’ortofrutta italiana
L’ortofrutta italiana è la prima al mondo per qualità ma, per mantenere la leadership, non possiamo dormire sugli allori. Quest’anno la crisi tocca tutti ed anche i produttori di
ortofrutta non sempre riescono a vendere il proprio prodotto ad un prezzo che permetta un giusto guadagno, a volte hanno dovuto cedere a prezzi sottocosto. I costi di produzione aumentano e, se
non si corre ai ripari in fretta, molte saranno le imprese che saranno costrette a chiudere, come è successo per gli allevatori.
Le uniche “coltivazioni” che prosperano sui nostri terreni agricoli sono ormai i pannelli solari: una volta “seminati”, non occorre concimarli, potarli, raccoglierli … ma non si mangiano. E tra
qualche anno ci troveremo tonnellate di rottami da smaltire!!

Il Cav. Paolo Bruni, alfiere indiscusso dell’ortofrutta italiana e ben conscio della  gravità del problema, si è fatto carico di portare i problemi direttamente sul tavolo del
Parlamento Europeo.  
Giuseppe Danielli
 

Inizio messaggio inoltrato:
Data: 23 novembre 2011 17:08:11 GMT+01:00
 
Oggetto: COMUNICATO STAMPA
Bruni (Cogeca) a Parlamento e Consiglio UE: “Assicurare risorse supplementari ad organizzazioni produttori ortofrutticole per prevenzione e gestione crisi mercato”

Intervenendo questo pomeriggio presso il Parlamento Europeo all’iniziativa sulla riforma della PAC promossa congiuntamente dal Presidente della commissione agricoltura del Parlamento Europeo
Paolo De Castro, dal presidente di turno della presidenza del consiglio UE il ministro polacco Marek Sawicki e dal Commissario europeo per l’agricoltura Dacian Ciolos, il presidente di Cogeca
Paolo Bruni ha insistito sulla “necessita’ di rafforzare le misure per la competitivita’ della filiera agroalimentare”.
“Apprezzo particolarmente, ha affermato Bruni, l’esplicito riferimento fatto dal Commissario Ciolos al modello ortofrutticolo come esempio da estendere ad altri settori nei prossimi anni, ma
desidero ribadire la necessita’ di fornire una rapida risposta ai problemi attuali dell’ortofrutta, garantendo nel bilancio 2012 dell’Unione Europea risorse supplementari destinate alle misure di
prevenzione e gestione delle crisi promosse dalle OP”.

Giuseppe Danielli
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento