Panforte di Siena, inizia la pratica IGP

Panforte di Siena, inizia la pratica IGP

E’ iniziata la strada del Panforte di Siena. Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea è stata infatti presentata la domanda di registrazione IGP, Indicazione Geografica Protetta.

Con il termine Panforte di Siena, si identifica un dolce preparato con farina frutta candita, frutta secca, miscela di zuccheri, miele e spezie. Il tutto lavorato e cotto al forno.

Esistono due versioni di Panforte: bianco, se la copertura viene realizzato con zucchero e velo, e nera, se la copertura viene fatto con le spezie.

Secondo i documenti, il Panforte di Siena nasce nel XII° secolo, quando Siena inizia a godere dei vantaggi del passaggio, di uomini e merci, lungo la Via Francigena. Nell’800, inizia il
periodo d’oro del Panforte: Pellegrino Artusi lo definisce prodotto tipico senese nel suo “La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene”. A livello industriale, poi, il dolce diventa la
locomotiva dell’industria dolciaria. Nel 1931, arriva poi il riconoscimento della Guida Touring Club, che lo definisce come “Specialità di fama universale”.

Adesso, tutto questo curriculum viene esaminato dagli altri Stati UE. Questi hanno 6 mesi di tempo per presentare obiezioni: in mancanza di opposizione, il Panforte di Siena sarà
iscritto nel registro ufficiale europeo delle DOP e IGP.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento