Oltre 32 mila morti per il terremoto in Cina

Mentre la terra continua a tremare nella regione cinese del Sichuan, dove il terremoto di lunedì scorso ha causato, secondo l’ultimo bollettino del governo, più di 32mila vittime,
si continua a scavare alla ricerca dei superstiti. Una sessantina quelli estratti vivi solo ieri dalle macerie ma sono in miglia a mancare ancora all’appello. 13mila i feriti ricoverati negli
ospedali.

Nessun danno invece, secondo le autorità, alle centrali nucleari del paese. All’ecatombe del terremoto si aggiunge ora il timore delle esondazioni dei laghi e dei fiumi. Migliaia di
persone sono state evacuate dall’esercito dalla città di Beichuan, epicentro del sisma, minacciata da una lago che rischia di rompere gli argini. Una frana precipitata nel letto del
fiume Qingzhu ha ricoperto di fango il villaggio di Donghekou. Intanto nel Sichuan è arrivato il primo aereo con gli aiuti provenienti dall’Italia.

Leggi Anche
Scrivi un commento